Oltre il Colle – Una slavina isola da venerdì sera un condominio con 148 appartamenti e il campeggio Arera (con 120 piazzole, di cui 80 ora occupate) a . La valanga è scesa dal canalone noto come Vallone, tra monte Grem e Arera, e ha raggiunto la comunale che collega la frazione Zambla Alta e la località Plassa, dove ci sono condominio e campeggio, quest’ultimo attualmente occupato solo dal gestore Roberto Daghetti, con la moglie e la figlioletta appena nata.

Nel condominio, a ieri mattina, pare ci fossero cinque-sei famiglie. Già la scorsa stagione, per tre mesi, una slavina bloccò il collegamento tra Zambla Alta e la Plassa, luogo da cui partono anche la nuova via e i per raggiungere il rifugio Capanna 2000 (aperto tutto l’anno, anche ieri).

La valanga è scesa venerdì – spiega il sindaco Rosanna Manenti – ed è stata sicuramente maggiore, come proporzioni, della prima che scese nella scorsa stagione invernale, nel dicembre 2008. Abbiamo provveduto con mezzi comunali, sabato mattina, a liberare la strada, ma stante il pericolo molto alto, abbiamo subito messo il divieto di transito sia a pedoni sia alle auto. Il rischio che possa staccarsi ancora pare elevato: si è quindi provveduto a liberare la massa nevosa che aveva occupato la carreggiata per evitare che ulteriori distacchi possano poi accumularsi. Nel frattempo restiamo in contatto con il Centro nivometeo lombardo e la Prefettura di e abbiamo contattato l’ingegner Claudio Merati della Sede territoriale della Regione (Ster) per valutare il da farsi. A breve ci sarà un sopralluogo con il servizio geologico e decideremo gli interventi più idonei. Per ora la strada resta chiusa. Il passaggio è stato liberato solo per casi di emergenze».

Intanto restano, quindi, isolati il camping Arera e il condominio, come già successo lo scorso anno, tra dicembre 2008 e febbraio 2009, quando scesero due slavine, bloccando la strada comunale. Un divieto prolungato di transito sulla strada che aveva sollevato le critiche, in particolare dei villeggianti che utilizzano condominio e campeggio, nei confronti dell’Amministrazione comunale. «Speriamo che almeno quest’anno si proceda più celermente nel togliere il divieto – spiega Daghetti – gestore del camping Arera, dove risiede –. Ho avvisato i proprietari delle roulotte di non salire, visto che c’è il divieto di transito sia per auto sia per i pedoni. Nel condominio, invece, sembra che ci siano cinque o sei famiglie».

«Se nevica parecchio – prosegue il sindaco Manenti – ormai abbiamo la quasi certezza che da quel canalone le scendono. Abbiamo già uno studio di massima per costruire un paravalanghe e con la Provincia stiamo progettando un intervento di messa in più importante. Ma la realizzazione dell’opera è subordinata ai finanziamenti che, al momento, purtroppo, non ci sono».

L’Eco di Bergamo

Hotel, Alberghi e Appartamenti Oltre il ColleFotografie