Assessore al Territorio: Contraria ad apertura Casino’ San Pellegrino Terme

San Pellegrino Terme Non commentato »

Casino-San-Pellegrino-Terme4San Pellegrino Terme – Viviana Beccalossi, assessore al Territorio, Urbanistica e Difesa del suolo della Lombardia, si dice contraria all’apertura di nuovi Casinò in Italia. Tema questo di cui si discute amche in merito alla possibilità che l’articolo 14 della Delega Fiscale possa comprenderne la regolamentazione. Sul piatto c’è anche l’apertura del Casinò di San Pellegrino Terme, appoggiata da molti parlamentari leghisti e di centrodestra. “È passata una mozione in regione a favore dell’apertura del casinò di San Pellegrino Terme. Ma io personalmente ritengo che già oggi i lombardi abbiano mille possibilità per giocare”, spiega al VELINO. “Abbiamo slot machine ovunque e non è un caso se siamo intervenuti come regione con una legge molto severa per aiutare quei cittadini che sono malati di ludopatia”. Secondo l’assessore lombardo “ogni occasione per giocare, anche lecitamente, è da evitare. Mi è chiaro – precisa – come nei casinò ci siano molte più regole di quante non ci siano nei bar e nei locali dove si gioca con le slot machine. Ma dato che si gioca comunque troppo e in troppi posti, non vedo l’esigenza di aprire nuovi casinò”.

CONTINUA ARTICOLO »

In Valle il futuro è sempre più Green…Economy

-La Valle Brembana Non commentato »

IMG-20150415-WA0007Valle Brembana – Focus su energia rinnovabile, green economy e binomio obbligatorio sostenibilità e impresa. A chiudere gli incontri il ruolo di Regione Lombardia su politiche ambientali e energetiche. Il prossimo 22, 23 e 24 aprile, presso la Sala consiliare del Comune di Zogno, che ha promosso e patrocinato l’evento attraverso l’Assessorato alle Attività Produttive, si terranno tre serate dedicate ad «Eco Sostenibilità e Green Economy». Ogni incontro sarà condotto da ospiti di pregio ed improntato su tematiche d’approfondimento ben definite. Si partirà con un focus sulle fonti di energia rinnovabile e sulla green economy, con relatori la prof.essa M. R. Ronzoni dell’Università di Bergamo e il prof. D. Chiaroni dell’Energy&Strategy Group del Politecnico di Milano. Al centro del dibattito il sempre maggiore sviluppo di produzioni d’energia alternativa e sostenibile, resa possibile negli anni grazie all’intervento di privati e alla sensibilità delle Amministrazioni Locali.

CONTINUA ARTICOLO »

Un marchio per valorizzare i formaggi della Val Serina

Serina Non commentato »

logoSerina – Un marchio per distinguere e sottolineare la storica produzione casearia della Val Serina. Verrà presentato domani, in occasione del concorso di formaggi locali. Si tratta di uno dei due momenti di una rassegna che esiste da oltre trent’anni(ma le fiere serinesi risalgono agli inizi degli anni Trenta del secolo scorso) a Serina. Il secondo è in programma mercoledì con la rassegna delle bovine. Entrambi gli appuntamenti sono a cura dell’Associazione manifestazioni agricole e zootecniche della Valle che opera con lo staff coordinato dal presidente Franco Locatelli. La novità del concorso di domani, giunto alla terza edizione , è legata proprio alla presentazione del marchio «FVS», Formaggi di Valserina, di recente registrato alla Camera di commercio di Bergamo, che identificherà in futuro prodotti e singole aziende produttrici.

CONTINUA ARTICOLO »

Quartirolo e Salva, che gusto, nel nome della tradizione

-La Valle Brembana Non commentato »

ImmagineTaleggio – Figli della medesima tradizione casearia che si identifica nella grande famiglia degli stracchini, il Quartirolo lombardo ed il Salva cremasco sono due formaggi a Dop (il primo di lungo corso, il secondo di recente istituzione) che ben si adattano ad essere utilizzati per dare sapore ed apportare valori nutrizionali alle fresche insalate estive. Ben si adattano per il gusto – normalmente più delicato nel Quartirolo, più deciso di carattere nel Salva – e perché hanno la giusta consistenza, dura ma non troppo, compatta e talvolta gessosa al punto giusto. Abbiamo detto che appartengono alla stessa tradizione casearia ma ognuno ha un suo profilo identitario ben preciso. Da latte scremato Il Quartirolo, che deve il nome all’antica usanza di produrlo con il latte munto da vacche alimentate con l’erba «quartirola », ossia con il foraggio ottenuto dal quarto sfalcio dei prati di pianura, può derivare da latte scremato.

CONTINUA ARTICOLO »