Le più antiche sculture della Valle Brembana

_Culture e Tradizioni 2 Commenti »

Alcuni dei manufatti che si descriveranno in questo scritto sono già apparsi anni fa sul bimestrale Zogno Notizie in occasione dei loro ritrovamenti. Tuttavia poiché il loro rinvenimento è stato abbastanza diluito nel tempo e poiché spesso avveniva poco prima che la rivista andasse in stampa, oltre all’annuncio della scoperta non c’è mai stata la possibilità di pubblicare il risultato di indagini e di confronti con manufatti simili di territori vicini a quello brembano per cui non è mai stato possibile evidenziare la sostanziale unitarietà di contesto, di stile di fattura e di notevole antichità che li caratterizzano. Questa analisi si è resa possibile invece nell’ultimo lasso di tempo ed è parso interessante riportarne i risultati per apprezzare e comprendere meglio il significato e la funzione di queste opere. Da tempo immemorabile esistono sul sagrato della chiesa parrocchiale di Zogno due facce scolpite, in gergo locale chiamate maschere, che fanno da sostegno a due panchine di pietra: una è conservata piuttosto bene, l’altra è alquanto danneggiata nel naso. Una terza faccia in buono stato fu rinvenuta durante i lavori di ristrutturazione del sagrato sotto la guida dell’ex parroco di Zogno don Giulio Gabanelli nel 1972 e collocata ora nel Museo di S. Lorenzo di questo paese. I lineamenti dei tre visi, assai allungati e identici sono abbozzati in maniera essenziale per non dire schematica.

CONTINUA ARTICOLO »

Burle e bizzarrie nella Bergamo dei tempi andati

Zogno, _Culture e Tradizioni Non commentato »

Zogno – Con una sorprendente sequela di episodi faceti, Umberto Zanetti al Museo della Valle, l’oratore rievocherà gli aspetti celiosi e risibili della società bergamasca, animata fra l’Ottocento e il Novecento non soltanto da “macchiette” originali e strambe ma anche da ecclesiastici, eruditi, artisti, e professionisti in vena di insanire semel in anno.

Battute mordaci, burle fantasiose, tiri mancini, fatterelli ameni che rischiavano di essere travolti dall’oblio rivivranno nell’accattivante narrazione del poeta Umberto Zanetti, il quale ci restituirà una dimensione insospettata e rasserenante dell’animo umano al tempo dei nostri nonni.

La serata e’ programmata per Venerdi’ 5 Agosto 2011 al Museo della Valle di Zogno dalle ore 20.30.

CONTINUA ARTICOLO »

L’Annunicazione di Carlo Ceresa al Santuario di Sombreno

_Culture e Tradizioni Non commentato »

Alle ore 20.30 di venerdì 17 giugno 2011, nel Santuario di Sombreno, verrà presentata al pubblico l’Annunciazione di Carlo Ceresa, composta da due tele recentemente restaurate. Le due tele furono esposte, dopo una prima fase di restauro, allo spazio Viterbi nel palazzo della Provincia durante il periodo natalizio 2010. Ora, grazie al sostegno di Provincia di Bergamo e la collaborazione del Museo Bernareggi, della Parrocchia di Sombreno e del Gruppo Amici del Santuario, la cittadinanza potrà ammirare da vicino la splendida annunciazione sino a domenica 19 giugno, quando le due tele torneranno nell’originaria collocazione sopra l’altare.

CONTINUA ARTICOLO »

Zogno: la Cacciata di Marzo.. con la tirada di tole

Zogno, _Culture e Tradizioni Non commentato »

Zogno, giovedi’ 31 Marzo 2011 – Molte feste di tradizione secolare profondamente legate a una civiltà contadina, non esistono piu’ o stanno sparendo.

Fortunatamente, altre feste rinascono per l’iniziativa di enti locali, associazioni culturali, privati, spesso in collaborazione tra loro, è con questo spirito che l’Amministrazione Comunale di Zogno con la collaborazione dell’Oratorio di Zogno, attraverso questo evento, intendono essere il fulcro promotore per far rinascere una festa tradizionale del paese di Zogno, in provincia di Bergamo: la Tiràda di Tòle.

CONTINUA ARTICOLO »