Cassiglio, deserto il bando dell’ostello “Ma c’è interesse”

Cassiglio Non commentato »

Cassiglio – È andato deserto il bando per la gestione dell’ostello comunale, in località Fusine di Cassiglio, che scadeva a fine agosto. «Negli ultimi giorni – spiega il sindaco Fabio Bordogna – ho accolto l’interesse concreto di almeno un paio di ipotetici futuri gestori, ma hanno saputo del bando solo tramite il vostro giornale e ormai i tempi per la consegna della documentazione erano ristretti». L’amministrazione comunale ha quindi deciso di aprire un nuovo bando, con l’importo a base d’asta fissato sempre in 7.500 euro all’anno, da consegnare in tre rate, e con la durata della gestione di sei anni, che scadrà il 25 settembre.

CONTINUA ARTICOLO »

Valtorta per una settimana è stata invasa dalla musica

Valtorta Non commentato »

Allievi-Musici-Valtorta25Valtorta – «Sono molto soddisfatto, credo che questa esperienza, riuscita, si rifarà anche l’anno prossimo» dice il maestro di oboe Marco Ambrosini. È stata una settimana tutta di musica a Valtorta questa che si è conclusa ieri con la partenza dal paese dei giovani «fiati» che erano accorsi da lunedì 18 da varie parti d’Italia per i Corsi di alto perfezionamento diretti da Deborah Vallino. Li hanno guidati per il flauto Flavio Alziati e Gianni Biocotino, il clarinetto Corrado Orlando, il corno Angelo Borroni, fagotto e musica da camera Paolo Calligaris. Venivano da Genova, Milano, Torino, Cuneo, Novara, Udine, anche da Lubiana. La più piccola ha dieci anni, il più grande trenta. «Oltre alle lezioni individuali – dice Ambrosini – questo corso permetteva di fare musica d’insieme, mettendo subito alla prova le cose apprese in settimana, e rendendo così più interessante la scuola». Apprezzato in paese il concerto di sabato sera dei ragazzi nella parrocchiale. Giovedì si erano già esibiti i docenti. Poi domenica mattina nella Palestra comunale gli strumenti dei ragazzi riascoltati uno per uno, e nel pomeriggio in piazza il concerto conclusivo: gran finale con i Carmina Burana suonati da 15 flautisti.

CONTINUA ARTICOLO »

Cassiglio cerca un gestore per rilanciare l’ostello

Cassiglio Non commentato »

Cassiglio – È iniziato il conto alla rovescia per il bando per la gestione dell’ostello comunale, in località Fusine di Cassiglio. L’importo a base d’asta è fissato in 7.500 euro all’anno, da consegnare in tre rate, e la durata della gestione è di sei anni. Le offerte, in aumento, vanno presentate entro mezzogiorno del 28 agosto, giorno nel quale, alle 18,30, avverrà la gara con l’apertura delle buste. La struttura dispone al piano L’ostello di Cassiglio è in attesa di un nuovo gestore seminterrato di reception, taverna, centrale termica, depositi, pertinenze e un’area verde esterna vicino alla Valle Stabina. Al piano rialzato, invece, si trovano cucina e dispensa, la sala ristorante con 40 posti, il soggiorno, servizi e ingresso principale.

CONTINUA ARTICOLO »

Contadini e turismo, in una tesi la ricetta anti spopolamento

Piazza Brembana Non commentato »

Piazza Brembana – Lo sviluppo del turismo e dell’agricoltura fermerà il fenomeno dello spopolamento dell’alta Valle Brembana. A dirlo sono gli abitanti che hanno partecipato a un’indagine che stasera, alle 21, sarà presentata nel salone polivalente di Piazza Brembana. Frutto di un corposo lavoro di ricerca, l’indagine era il cuore della tesi di laurea «Le terre alte tra conservazione e valorizzazione. Il caso dell’alta Valle Brembana occidentale » di Eleonora Arizzi, insegnante e collaboratrice del nostro giornale, alla facoltà di lettere dell’Università degli studi di Bergamo. «Nella precedente laurea in scienze dell’editoria avevo realizzato un’indagine per verificare la comprensione e l’utilizzo del dialetto tra i giovani del mio paese – dice la 29enne di Lenna – e l’obiettivo era di fare una tesi che mettesse di nuovo sotto i riflettori il territorio in cui vivo». L’indagine analizza la percezione della qualità della vita in montagna e per raccogliere le informazioni è stato creato un questionario ad hoc, sia in formato cartaceo sia compilabile via web, al quale hanno aderito 430 persone sul bacino del ramo ovest dell’alta valle Brembana.

CONTINUA ARTICOLO »