Le moto d’epoca in tour da Zogno a Vedeseta

Zogno Non commentato »

!cid_ii_14da00f75d37bc0bZogno – Non correranno mai quanto Giacomo Agostini, Valentino Rossi o Mick Doohan ma vederli sfrecciare per le strade della Val Brembana regalerà sicuramente più di qualche emozione. A chi li guarda ma anche a chi le guida. Parliamo delle motociclette d’epoca, vere e proprie opere d’arte su due ruote, secondo alcuni eleganti e un pò snob. L’appuntamento con la 9° edizione del «Raduno Moto D’Epoca», organizzato dal «Moto Club Prealpi Orobiche» con il patrocinio del Comune di Zogno, Vedeseta e dell’Assessorato al Turismo della Comunità montana, è fissato per il prossimo 21 giugno. Come ogni anno il ritrovo sarà alle ore 8. 30, presso l’area mercato del capoluogo brembano; a cui seguirà la consueta colazione di benvenuto al Cafè Roma.

CONTINUA ARTICOLO »

Pedaggio per salire ai Piani dell’Avaro

Cusio Non commentato »

Cusio – Da giugno anche la strada che dal Colle della Maddalena di Cusio porta ai Piani dell’Avaro sarà a pagamento: due euro al giorno. Il pedaggio per accedere a una delle aree montane più belle delle Orobie si aggiunge a quello già in vigore dal 2012 sulla Roncobello-Mezzeno e a quello, dal 2013 (in realtà sui parcheggi, non sulla strada) da Plassa di Oltre il Colle (Zambla Alta) fino ai piedi dell’Arera. Ormai sembra inevitabile: per garantire la manutenzione e di alcune strade comunali di montagna, l’unica via pare essere quella del ticket, o «ecopass», comunque lo si voglia definire. L’obiettivo, più che salvaguardare l’ambiente, è di fare cassa proprio per mantenere in uno stato dignitoso queste strade. Così è stato fatto a Roncobello e a Oltre il Colle. Così si appresta a fare il Comune di Cusio. «L’ipotesi era già stata ventilata circa due anni fa – spiega il sindaco Andrea Paleni – ma la popolazione era un po’ scettica. Ora ci si sta rendendo conto che la situazione non è delle più rosee.

CONTINUA ARTICOLO »

Valbrembana: stralciate cava e discarica d’amianto

Zogno Non commentato »

Zogno – “La cava di Stabello a Zogno, che prevedeva una cava a cielo aperto proprio all’ingresso della Valbrembana, è stata stralciata dal Piano cave allo studio della commissione, unitamente alla possibilità della discarica di amianto a Sedrina”. Lo ha reso noto l’assessore regionale all’Ambiente Claudia Maria Terzi. “E’ una notizia importante e positiva per il territorio, ed è una della prime questioni che mi è stata sottoposta dal sindaco Ghisalberti fin dall’inizio del mio mandato” ha detto la Terzi intervenendo oggi alla conferenza stampa convocata in Comune a Zogno per fare il punto sul piano cave della Provincia di Bergamo che passerà ora al vaglio del consiglio regionale.

CONTINUA ARTICOLO »

MVB in fallimento: 173 dipendenti aderiscono al progetto formativo

Zogno Non commentato »

Zogno – Sono in totale 173 i lavoratori della MVB in procedura fallimentare ad aver aderito al progetto formativo ideato nei mesi scorsi dallo specifico Tavolo provinciale che si sta occupando dell’azienda di Zogno, su iniziativa soprattutto delle organizzazioni sindacali. Autorizzato per decreto e finanziato con 200 mila euro dalla Regione Lombardia il 3 febbraio scorso, il progetto formativo è dunque pronto per partire: martedì 24 febbraio negli uffici provinciali di Borgo Santa Caterina a Bergamo è stato siglato l’accordo di partenariato tra Provincia, Comune di Zogno, la capofila di progetto ABF (Azienda Bergamasca Formazione), i sindacati, Confindustria, Imprese & Territorio e i diversi enti accreditati per l’erogazione della formazione. Lo stabilimento di Zogno è chiuso ormai da 10 mesi, cioè dal maggio 2014: in quel mese i lavoratori MVB erano 310, oggi ne sono rimasti 229.

CONTINUA ARTICOLO »