Fuochi per la festa del Madunù, Venerdì la Messa con il vescovo

Dossena Non commentato »

fotoDossena – Torna venerdì, a Dossena, la festa del Madunù, tradizione secolare che si ripropone ogni anno dalla metà del 1800 quando arrivò in paese la raffigurazione plastica della Vergine e del Cristo morto. Il grande gruppo ligneo con la Virgo Dolens che reca in grembo il Cristo, viene portato in solenne processione per le vie del borgo, un lungo percorso orante dal sa- Il Madunù in processione grato della millenaria chiesa plebana fino alla periferia dell’abitato e quindi di nuovo al tempio per concludersi con la benedizione e il bacio della reliquia. Si dice di festa del Madunù ma si va intimamente oltre il concetto della festa perché il fedele partecipante alla celebrazione si confida con la Madonna, le apre il cuore per cercare condivisione con i dolori della Madre di Dio e cercarne il conforto. Un momento di profondo significato e contenuto religioso, dunque, che ha pure uno spazio per la gioia. Ed ecco perciò per questo evento anche la definizione di «festa del Madunù» perché in questo giorno si ferma qualsiasi attività lavorativa e si sospendono le lezioni nelle scuole.

CONTINUA ARTICOLO »

La Mvb si ferma, per 320 finisce il lavoro ai telai

-La Valle Brembana Non commentato »

logo_home_smallValle Brembana – «Dopo 33 anni qui, mi rimane solo questo: un grembiule logoro da portare a casa». Guida apre una busta di plastica e mostra il suo grembiule blu da lavoro: «Oggi abbiamo svuotato gli armadietti. Stasera (ieri per chi legge, ndr) alle 10 si chiude». A voler essere pessimisti, l’11 giugno 2014 è il giorno in cui la produzione della Manifattura Valle Brembana di Zogno si è fermata. Se si tratta di uno «stop» temporaneo, in attesa di acquirenti interessati a rilevare la storica azienda tessile, lo potrà dire soltanto il tempo. Perché ancora si lavora alla ricerca di imprenditori che intendano portare avanti l’attività della Mvb, oggi in concordato preventivo con finalità liquidatorie.

CONTINUA ARTICOLO »

Sacra Spina, invito a una vita più pulita, festa per diecimila

San Giovanni Bianco Non commentato »

Fuochi-Sacra-Spina3San Giovanni Bianco – «La Sacra Spina ci invita a cambiare vita, ci impegna a un’esistenza più pulita, più onesta, ricca di buone opere. Da questa celebrazione così partecipata, così devota e fervorosa nasca in noi il desiderio di chiedere la misericordia del Signore, che accoglie chiunque si rivolge a lui, morto per noi e sempre disposto a perdonarci». Così, il cardinale Giovanni Battista Re, prefetto emerito della congregazione per i vescovi, ieri pomeriggio si è rivolto ai fedeli che gremivano la chiesa prepositurale di San Giovanni Bianco, a conclusione della lunghissima processione in onore della reliquia della Sacra Spina. Sono stati giorni intensissimi quelli vissuti dalla comunità brembana attorno al suo tesoro più prezioso: la Sacra Spina, appunto.

CONTINUA ARTICOLO »

Oltre il Colle: Turismo, fondi in arrivo per i vecchi giacimenti

Oltre il Colle Non commentato »

Oltre il Colle – «Devo dire grazie ai sindaci per la preziosa collaborazione. Anche da queste azioni passa il rilancio delle valli, per il quale Regione Lombardia ha previsto uno stanziamento economico molto importante di oltre 2 milioni di euro». Così l’assessore all’Ambiente, Energia e sviluppo sostenibile Claudia Maria Terzi ha commentato la seduta del Collegio di vigilanza dell’accordo di programma regionale per il miglioramento ambientale e la valorizzazione del patrimonio minerario della Valle del Riso e Val Parina riunitosi ieri.

CONTINUA ARTICOLO »