, 16 novembre 2013 – Il piatto per eccellenza delle Orobie, la , proposto come piatto tipico di Bergamo per l’. E’ questo l’obiettivo dell’evento «L’oro della nostra terra», organizzato da venerdì 22 a domenica 24 novembre al Palamonti e alla Cittadella dello Sport di Bergamo: una tre giorni con menù, degustazioni, convegni e laboratori.

Da Branzi, in Val Brembana, storica capitale del piatto che abbina mais e formaggi (Branzi, e Bitto Storico), la taragna dunque “scende in città” per un appuntamento tutto da gustare, che vuole lanciare “l’oro della nostra terra” come sapore rappresentativo dell’arco orobico nell’esposizione universale del 2015.

L’iniziativa è stata organizzazione dall’Associazione Fiera San Matteo-Branzi, attiva dal 2004 nella promozione e nella valorizzazione delle tipicità agroalimentari , in collaborazione con l’Unità di Ricerca per la Maiscoltura di Bergamo (Cra-Mac). La fiera dedicata alla taragna celebrerà innanzitutto i suoi ingredienti: le pregiate farine, in particolare quelle ottenute con il mais spinato di Gandino (presidio Slow food), il rostrato rosso di Rovetta, il nostrano dell’Isola e il misto saraceno della . Quindi i prodotti caseari. Negli stand sarà possibile degustare una serie di selezionati prodotti tipici che si abbinano alla taragna: i vini dei Consorzi del e del Valcalepio, birre artigianali, parüch (o spinacio di ), , tartufo nero di Bracca, salumi di montagna, sardine essicate del lago d’Iseo.

Il Giorno