Cusio – Da giugno anche la strada che dal Colle della Maddalena di porta ai Piani dell’Avaro sarà a pagamento: due euro al giorno. Il pedaggio per accedere a una delle aree montane più belle delle Orobie si aggiunge a quello già in vigore dal 2012 sulla -Mezzeno e a quello, dal 2013 (in realtà sui parcheggi, non sulla strada) da Plassa di Oltre il Colle ( Alta) fino ai piedi dell’Arera. Ormai sembra inevitabile: per garantire la manutenzione e di alcune strade comunali di montagna, l’unica via pare essere quella del ticket, o «ecopass», comunque lo si voglia definire. L’obiettivo, più che salvaguardare l’ambiente, è di fare cassa proprio per mantenere in uno stato dignitoso queste strade. Così è stato fatto a Roncobello e a Oltre il Colle. Così si appresta a fare il Comune di Cusio. «L’ipotesi era già stata ventilata circa due anni fa – spiega il sindaco Andrea Paleni – ma la popolazione era un po’ scettica. Ora ci si sta rendendo conto che la situazione non è delle più rosee.

Le cassecomunali sono in crisi e occorre aumentare le tasse gravando sui cittadini». E poi c’è quella strada, comunale, da Cusio fino ai Piani dell’Avaro, otto chilometri, difficile, soprattutto nel tratto dal Colle della Maddalena (5,5 chilometri per arrivare in cima), da conservare in uno stato ottimale. Difficile perché la strada è soggetta a frane e e le risorse economiche sono sempre meno. Tanto che quest’inverno, proprio per il rischio , la strada è rimasta chiusa per settimane: i fondi stanziati per la pulizia erano finiti. Un danno economico per le tre attività ristorative-alberghiere presenti ai Piani e un peccato per i tanti turisti che raggiungono i 1.700 metri dell’altipiano. «Gli asfalti ormai non tengono più – continua il sindaco –. In diversi punti si staccano le frane. Ma per intervenire in queste situazioni ormai nessuno ci passa più fondi e il Comune ha sempre meno risorse. Ormai questa è un scelta obbligata se vogliamo avere una strada decorosa. E teniamo conto che la strada è usata soprattutto dai turisti».

La decisione, quindi, ormai è presa e, a quanto pare, non si torna più indietro. Nell’arco di un mese è prevista la stesura del regolamento, con approvazione in Consiglio comunale; successivamente in Giunta dovrebbero essere fissate anche le tariffe. La strada è abbastanza simile a quella di Roncobello e, infatti, «nella tariffazione abbiamo guardato proprio allo schema applicato alla strada per Mezzeno. Il ticket giornaliero dovrebbe costare due euro. Stiamo valutando se posizionare solo il parchimetro a inizio strada (al Colle della Maddalena, ndr), oppure se darela possibilità dell’acquisto anche in bar e negozi. Il pedaggio si pagherà da giugno a ottobre,d’inverno, per ora, no. E quanto ricavato servirà per la manutenzione». Quindi i due euro non dovrebbero «pesare» su quanti frequenteranno i Piani dell’Avaro per lo sci (sempre chela stazione, rimasta chiusa questa stagione, trovi un gestore). Il ticket, invece, interesserà, per ora, solo escursionisti estivi (oltre ai Piani dell’Avaro la strada porta all’inizio del sentiero per il ) ed eventualmente i fungaioli (già pagano per la raccolta) che, generalmente, lasciano l’auto proprio poco oltre il Colle della Maddalena.

L’Eco di Bergamo

Alberghi, hotel, ristoranti e appartamenti a Cusio
Fotografie, immagini di Cusio e i Piani del Monte Avaro
Escursioni sui sentieri di Cusio e Monte Avaro