orridivalserinaValle Serina – Orridi, fase due: dopo il primo importante intervento, che risale al 2007-2008, per mettere in la viabilità lungo la provinciale 27 della , ora la Giunta provinciale ha dato il via libera al progetto per la seconda tranche, di completamento. Il progetto definitivo (con la stessa tipo- logia della galleria attuale) ha un valore di 567.756 euro, dalla Regione con fondi della cosiddetta «Legge ». L’area interessata è sul territorio di , all’altezza del chilometro 21,300 della provinciale. Tra i magnifici canyon degli Orridi della , per l’appunto, ed è proprio la conformazione particolarissima di questi luoghi a rendere necessari i lavori, sia per escludere la possibilità di caduta massi sulla strada, sia per la presenza di acque che scorrono in superficie, che producono il rischio di ghiaccio in inverno – qui il sole arriva pochissimo – e di fondo scivoloso in estate. Dopo le prime opere, costate 886 mila euro con la creazione di una galleria artificiale paramassi aperta verso la gola, questa nuova puntata completa l’intervento per come era stato previ- sto da Via fin dall’inizio.

Acque da incanalare In particolare sarà realizzata una seconda galleria artificiale, in calcestruzzo e acciaio corten, dello stesso tipo di quella oggi già percorsa dagli automobilisti, che, è l’analisi della Provincia, ha dato buoni risultati sia sul piano funzionale, sia dell’impatto visivo. Verranno poi raccolte e incanalate verso il torrente le acque che scorrono in superficie all’altezza della nuova galleria, e si metterà in sicurezza il versante con la posa di reti e sistemazione della vegetazione. Prevista pure un’ulteriore ricognizione delle pareti rocciose non direttamente interessate dall’intervento, sistemando eventuali altre situazioni di rischio. Ora nel giro di un mesetto si chiuderà la progettazione esecutiva, poi dovrebbe partire la pro- cedura per l’appalto dell’opera, che è però vincolata alle verifi- che che andranno effettuate dalla Provincia sui vincoli del patto di stabilità. Difficile quindi al momento dire con precisione quando sa- ranno avviati i lavori. Una volta insediato il cantiere, i tempi previsti per l’esecuzione delle opere sono di circa un anno.

Fausta Morandi – L’Eco di Bergamo