Dat Valli in F@miglia, formazione per imprese e cittadini

Zogno Non commentato »

FormazioneZogno – In un mercato sempre più competitivo ed in continuo mutamento, dove le nuove tecnologie fanno da padrone, a volte ci si promuove poco e male. Proprio per questo le imprese oggi per sviluppare il loro business nell’ottica di una piena e soddisfacente risposta alle esigenze dei propri clienti, hanno la necessità di investire in formazione, per continuare a generare crescita e sviluppo. Nasce seguendo proprio questa filosofia la proposta formativa del Distretto delle Attrattività Territoriali «Valli in F@amiglia», che proporrà a breve percorsi di formazione riservati alle attività produttive locali che operano nei settori del commercio e del turismo, oltre che ai residenti dei comuni del Dat (Zogno, Valbrembilla, Sedrina, Valtaleggio, Ubiale Clanezzo, Vedeseta, Blello, Moggio, Cassina, Cremeno, Pasturo). Si tratta di ben 80 ore di formazione completamente gratuita ed improntata su più temi: dal web marketing per la promozione del turismo all’accoglienza e alla comunicazione orientata al cliente, passando per le opportunità finanziarie e di accesso al credito fino all’inglese per il turismo. «Ampliare la propria conoscenza del web per chi opera nel settore del turismo è oggi più che una necessità – ha spiegato Giampaolo Pesenti, assessore delegato al Commercio e Turismo del Comune di Zogno-.

CONTINUA ARTICOLO »

Isola di Fondra: L’energia elettrica arriva dall’acquedotto

Isola di Fondra Non commentato »

acqua-fondraIsola di Fondra – Porte aperte a Isola di Fondra alla centralina idrica dell’acquedotto nel territorio della Valle di Pietra Quadra. I cittadini e appassionati sono stati accompagnati nella visita alla centralina di proprietà comunale. Una struttura senza nessun impatto ambientale, con l’acqua utilizzata per far girare la turbina che torna subito nelle condotte dell’acquedotto. La turbina è stata installata a monte del bacino di accumulo, prende l’acqua dall’acquedotto rilasciandola di nuovo nelle tubazioni e poco distante è stata realizzata la cabina dell’azienda Enel, alla quale sarà ceduta la produzione elettrica.

CONTINUA ARTICOLO »

Ubiale Clanezzo vince la volata per i fondi pubblici

Ubiale Clanezzo Non commentato »

Ubiale Clanezzo – Ci sono anche tre Comuni bergamaschi tra i 115 piccoli centri italiani che hanno ottenuto i finanziamenti pubblici del programma «6.000 campanili» per realizzare opere infrastrutturali. Si tratta (in ordine di graduatoria) di Ubiale Clanezzo, che ha ottenuto 580.000 euro; Casnigo, che ne ha portati a casa 980.000; e di Castel Rozzone a cui vanno 727.986 euro. Il decreto che stanzia i fondi è stato firmato mercoledì dal ministro delle Infrastrutture Maurizio Lupi e rappresenta una vera e propria vittoria per le tre amministrazioni orobiche. Non solo per gli importi considerevoli che lo Stato concederà loro a fondo perduto, ma anche per le discusse modalità di accesso al bando: i finanziamenti, infatti, andavano ai Comuni che la mattina del 24 ottobre scorso, alle nove in punto, si collegavano per primi al sito ministeriale per inoltrare la richiesta.

CONTINUA ARTICOLO »

Con le mucche fin da bambino, ora è il nuovo Casaro d’oro

Branzi Non commentato »

Fiera-San-Matteo-Branzi-2013-46Alta Valle Brembana – Fa l’allevatore fin da bambino, da quando, a nove anni, aiutava i genitori. Le estati, da allora, è abituato a trascorrerle in alpeggio, lontano da comodità e divertimenti. Sui monti dell’alta Valle Brembana produce da sempre – lui è la terza generazione – Formai de mut. Ieri mattina, alla nona Fiera di San Matteo a Branzi, da alcuni anni tornata capitale dei formaggi dopo essere stata per secoli baricentro del commercio caseario orobico, è stato incoronato «Casaro d’oro 2013», titolo assegnato alla miglior forma di Formai de mut. Lui è Roberto Cattaneo, 44 anni, di Trabuchello di Isola di Fondra, in questi giorni ancora in alpeggio con una quarantina di vacche (Pezzate rosse e Brune alpine), sull’Alpe Arale, a San Simone di Valleve, tra i 1.600 e i 1.800 metri di altitudine.

CONTINUA ARTICOLO »