Con un milione di euro il Pirellone soddisfa le richieste avanzate da 9 lombarde. Nicoli Cristiani:vogliamo qualificare il servizio dei negozi nelle aree piu’ svantaggiate. Potenziare le imprese commerciali nelle aree montane della . Questo l’obiettivo della Giunta regionale che ieri, su proposta dell’assessore al , Fiere e Mercati, Franco Nicoli Cristiani, ha deciso di rifinanziare con 1.025.762 euro i bandi che destinavano fondi per le imprese commerciali nelle aree montane, sulla base di una richiesta avanzata da 9 comunità montane. Tra queste ci son tre valli : val Brembana, val di Scalve e Imagna. Le altre sei sono, invece, Valsassina, Sebino Bresciano, di Tirano, di Sondrio, di Morbegno, Valchiavenna. Al milione di euro stanziato dalla Regione si aggiungono 341.920 euro messi a disposizione dalle Comunità montane.

Nel 2009 18 comunità montane 347 comunii avevano siglato con la Regione le convenzioni attuative per ottenere finanziamenti destinati al commercio per un ammontare di 4.941.000 euro. Tra queste, le 9 sopra citate hanno chiesto alla Regione di sostenere economicamente i bandi che non erano riusciti a soddisfare interamente le domande di finanziamenti delle imprese. In base alle convenzioni siglate dall’assessore Nicoli Cristiani il 26 giugno scorso, sono state finanziate 683 imprese, mentre con questo nuovo provvedimento saranno oltre 180 le imprese che otterranno economici.

«Con questo provvedimento – sottolinea Nicoli Cristiani -abbiamo soddisfatto la domanda di sostegno che ci era per venuta dalle Comunità Montane. Occorre sempre tenere presente che nelle realtà montane il commercio svolge una importante funzione sociale, oltre che economica, fornendo i servizi essenziali perché la popolazione residente non sia costretta a spostarsi verso il fondovalle e le città e svolgendo al tempo stesbso un importante ruolo di aggregazione. In un negozio che chiude è un pezzo di paese e di storia che se ne vanno». Raggiungono, così, quasi 6 milioni di euro i finanziamenti messi a disposizione da per portare a termine gli interventi previsti nelle convenzioni 2009.

Complessivamente ammontano a diciotto milioni di euro gli stanziamenti decisi a favore del commercio montano nel corso della legislatura, a fronte di circa cinque milioni di cofinanziamento garantito dalle Comunità montane. «Negli anni scorsi abbiamo lavorato bene e con continuità insieme alle Comunità montane – aggiunge l’assessore – offrendo ai territori di montagna l’opportunità di mantenere e qualificare il servizio commerciale nelle aree di svantaggio, rafforzandone la competitività, ma anche di consentire, ad esempio ai giovani, di avviare nuove attività».

Il programma di interventi a favore delle imprese e della rete distributiva locale – previsto dalle convenzioni – è finalizzato a sostenere e sviluppare nuove attività commerciali, a supportare l’innovazione nelle modalità di organizzazione e informatizzazione della rete commerciale, a qualificare gli spazi di vendita con l’acquisto di nuove attrezzature. Tra gli altri interventi previsti e finanziabili a favore degli esercizi, figurano l’acquisto di dispositivi di per il negozio e l’introduzione di sistemi avanzati di gestione e fidelizzazione della clientela.

Il