L’ interesse riscontrato con la pubblicazione delle cartoline ironiche sull’Adunata Nazionale degli a , ha suggerito al Direttivo del di di individuare un’altra interessante proposta coinvolgendo nuovamente l’amico Aldo Bortolotti, caricaturista e vignettista di fama internazionale. L’iniziativa consiste in una nuova serie di vignette in chiave umoristica, ispirate ai soprannomi attribuiti in passato agli abitanti dei paesi dell’alta Valle Brembana, intesa a riscoprire, in modo divertente, un aspetto delle nostre tradizioni, che rischiano di essere dimenticate dalle nuove generazioni e, quindi, perse definitivamente nel tempo.

La pubblicazione ha avuto l’approvazione di diversi importanti Enti: l’Assessorato Provinciale alla Cultura, Spettacolo Identità e Tradizioni, La Valle Brembana e il Consorzio del Bacino Imbrifero Montano che hanno concesso il loro patrocinio; hanno inoltre aderito all’iniziativa anche le Amministrazioni locali.

La confezione contiene ventitrè cartoline (i venti comuni dell’alta valle oltre a Baresi, e Trabuchello un tempo autonomi). Gli appellativi affibbiati agli abitanti avevano spesso interpretazioni diverse, per questo non è stata data una definizione ufficiale. Riportiamo per curiosità quello che viene riportato sul dizionario italiano-

  • Bocalù de Vrèra dalla bocca larga – chiacchieroni
    Sòcoi o Piödèr de Brans dall’uso di portare zoccoli – lavoratori di ardesia
    Duturì de la Caruna saputelli – scrupolosi
    Berciài de Casèi da bèrcio, usuale cappello da montanaro
    Càrpegn de Cüs di carattere duro, come il legno di carpine
    Manzöi de Fòpol gente gioviale ed esuberante
    Scarpinù o Bàr de Fundra da calzature non raffinate – montoni
    Gognì de Trabüchèl astuti, furbetti
    Brinà o Sbér de Lenna da brina, paese poco soleggiato – impertinenti
    Balabiócc de Mezólt facili a cambiar parere – di facili costumi
    Macc dèl Mòi stravaganti – singolari
    Sendraröi de l’ Ulèm tramano sotto la cenere – di modesti costumi
    Barèi o Bàr de Örniga montoni, chiusi, caparbi
    Stizzù de Piassa tizzoni, istigatori
    Bàr o Borelèr de Piassatòr montoni – taglialegna
    Gàcc de Piasöl astuti, scaltri
    Santarèi o Gosatì del Rùch devoti, religiosi – gozzuti
    S-ciopetì di Bàres da fucile, cacciatori – dalla reazione immediata
    Sitàdì de Bordogna cittadini, dall’atteggiamento evoluto
    Bèch de caproni – testardi
    Rampì de Allév precisi, cavillosi, litigiosi
    Càcc de Alnigra da caglio, per far addensare il formaggio
    Aocā o Ciodaröi de Altòrta avvocati, orgogliosi – produttori di chiodi

Per informazioni, rivolgersi al Direttivo del Gruppo Alpini di Piazza Brembana.
Parte del ricavato verrà devoluto in beneficenza.

Vignette in chiave umoristica, ispirate ai soprannomi abitanti dei paesi dell’alta Valle Brembana