Alpini dell’alta valle Nel corteo per il 90° decine di gagliardetti

Branzi Non commentato »

Branzi – Il gruppo alpini dell’alta Valle Brembana ha festeggiato domenica scorsa il 90° di fondazione. Quest’anno è stato Branzi a ospitare l’evento svoltosi con composta solennità e con la partecipazione di alpini e non soltanto della valle del Brembo, di valligiani e turisti che si sono fatto coinvolgere camminando con le penne nere nel corteo verso il monumento ai Caduti. Partiamo dall’ultimo atto della manifestazione, quando il rappresentante della sezione provinciale ha consegnato alle pubbliche amministrazioni, alle forze dell’ordine e ad altri presenti una copia dell’Almanacco 2014 della sezione Ana di Bergamo. Una copia è andata anche ad Antonio Calvi, classe 1919, e a Roberta Midali, classe 1994. Calvi è uno degli ultimi tre reduci della Campagna di Russia; Midali, di Branzi, è invece caporale alpino al centro sportivo Esercito di Courmayeur, componente della formazione giovanile della squadra nazionale Fisi di sci alpino e campionessa italiana in carica. In questo gesto si è voluto vedere il concetto dell’«alpinità», un passaggio di consegne – che sono improntate agli ideali di amor di patria, di socialità, di attenzione alla persona, di ripudio della guerra – dal vecio al bocia. Un discorso che continua dal 1919 appunto quando – ha ricordato il consigliere nazionale Ana Giorgio Sonzogni – i reduci della Grande Guerra decisero di fondare l’Ana.

CONTINUA ARTICOLO »

Zogno, Orlandini nuovo capogruppo degli alpini

Zogno Non commentato »

Zogno – A termini di statuto il gruppo alpini di Zogno ha rinnovato il consiglio direttivo giunto a scadenza triennale di mandato. Il rinnovo ha portato pure a una riassegnazione dell’incarico di capogruppo: ha lasciato Luigi Garofano e gli è succeduto Giovanni Orlandini. Nota storico-statistica: con oltre 320 soci il gruppo scarpone zognese è attualmente il più numeroso della sezione Ana bergamasca, essendo pure nel ristretto novero dei gruppi di più antica costituzione, novant’anni festeggiati due anni orsono con una grande manifestazione provinciale. Luigi Garofano ha messo lo zaino a terra dopo trent’anni di permanenza ai vertici del gruppo, prima come vicecapogruppo e da 21 anni come capogruppo, un incarico che lo ha visto costantemente impegnato nelle numerose attività svolte dagli alpini.

CONTINUA ARTICOLO »

San Giovanni Bianco, gli alpini rinnovano il direttivo

San Giovanni Bianco Non commentato »

Alpini-San--GiovanniSan Giovanni Bianco – Domenica si terrà l’assemblea del gruppo alpini di San Giovanni Bianco e Camerata Cornello, con le elezioni per il rinnovo del capogruppo e del consiglio direttivo. Per la prima volta l’assemblea si terrà nella frazione Roncaglia, con ritrovo e corteo alle 8,30. Alle 9 si terrà la celebrazione della Messa nella chiesa della frazione di Roncaglia. Alle 10,30 si terrà l’alzabandiera al monumento degli Alpini a San Giovanni Bianco, poi il corteo verso il monumento ai Caduti di San Giovanni Bianco.

CONTINUA ARTICOLO »

Moio, per lo storico sindaco, un grazie lungo mezzo secolo

Moio de Calvi Non commentato »

Moio de’ Calvi – «Per tutti sarai sempre il sindaco di Moio»: le parole di Paolo Agape, primo cittadino da fine maggio, hanno sottolineato domenica 29 giugno a Moio de’ Calvi la gratitudine e l’affetto dei cittadini per Davide Calvi, che in oltre 50 anni di attività politica è stato sindaco (per ben 33 anni) e amministratore, ricoprendo anche il ruolo di presidente dell’Assemblea in Comunità montana. La mattinata di festa ha coinvolto l’intera comunità, dipendenti e collaboratori comunali e moltissimi amministratori della Valle che hanno voluto testimoniare a Calvi la propria stima per gli anni di appassionato impegno. La mattinata si è aperta con la Messa nella parrocchiale di San Mattia, celebrata da don Giovanni Algeri, che ha sottolineato come «Davide sia stato esempio di servizio e dedizione.

CONTINUA ARTICOLO »