Zogno – Dal 2010 via le «campane» per la raccolta di vetro e lattine: anche per loro arriva il servizio «porta a porta». È la novità emersa dall’ultima seduta del Consiglio comunale di Zogno che interesserà la popolazione del capoluogo vallare. L’ordine del giorno è stato approvato dalla maggioranza della Lega nord con astensione di Pdl-Udc. Non ci sarà, quindi, sostanziale aumento dei costi per il cittadino che però fruirà di un servizio migliorato con la raccolta porta a porta anche del vetro e delle lattine ora conferito in «campane» che verranno rimosse per motivi igienico-ambientali. Sarà qualcosa di fortemente innovativo, dunque, per il servizio di raccolta rifiuti che a Zogno è organizzato e collaudato in modo ottimale da tempo, visto che la differenziazione ha raggiunto il 58% ponendo il capoluogo brembano tra i comuni virtuosi a livello nazionale.

Il documento che stabilisce il piano tariffario per la raccolta dei rifiuti è stato presentato nei dettagli dal sindaco Giuliano Ghisalberti con integrazioni dell’assessore all’Ecologia Massimo Pesenti e della responsabile finanziaria Tullia Dolci. «Il contenimento dell’onere a carico dei cittadini – ha osservato il sindaco – deriva da una revisione della situazione contributiva del servizio e dalla disciplina dei cittadini nel differenziare l’immondizia. La raccolta indifferenziata è diminuita del 3,3% rispetto allo scorso anno. Contestualmente si è deciso di passare alla raccolta porta a porta pure del vetro e delle lattine liberando il cittadino del disagio del conferimento di questo materiale alle campane non sempre correttamente utilizzate con relativi problemi estetici e igienici».

Ha obiettato sui contenuti del piano, negando il mantenimento della tariffa attuale, il capogruppo di minoranza Roberto Fustinoni: «Zogno è virtuosa – ha osservato – per cui si potrebbe premiare tale virtuosità con un abbattimento progressivo negli anni della tariffa». Ha replicato il sindaco: «La virtuosità dei cittadini è premiata mantenendo le tariffe invariate con l’aggiunta del “porta a porta” anche per lattine e vetro; il servizio sarà pagato con i risparmi derivanti dalla raccolta differenziata».

Il Consiglio, quindi, ha approvato col voto favorevole della Lega, il no di Pdl-Udc e di Zogno democratica, una delibera di Giunta per una variazione di bilancio del valore di 346 mila euro comprendente un pacchetto di opere pubbliche di prossima realizzazione per un totale di 270 mila euro, illustrato dall’assessore ai Lavori pubblici Lino . Voci di spicco del pacchetto sono la strada della frazione San Cipriano sul Monte Zogno (85 mila euro di cui 35 a carico di privati), asfaltature strade e parcheggi a Poscante (112 mila euro), lavori a edifici pubblici e acquisto macchine operatrici per operai (40 mila euro), punti luci a Grimolto (25 mila euro). Infine, all’unanimità, è stato approvato il documento di richiesta di riattivazione del consultorio familiare in sollecitato anche dalla Comunità montana di valle.

Sergio Tiraboschi – L’Eco di

Alberghi, ristoranti, pizzerie, Bed and Breakfast a Zogno
Fotografie, immagini di Zogno e le sue contrade
Escursioni sui sentieri di Zogno e le sue frazioni