Zogno – Nei prossimi giorni la Regione erogherà quasi 9 milioni di euro per la realizzazione della variante di e, nel quadrienno 2013-2016, circa 24,5 milioni per interventi infrastrutturali nella nostra provincia. Su proposta dell’assessore alle Infrastrutture e mobilità Maurizio Del Tenno, infatti, la Giunta regionale ha approvato l’aggiornamento del programma degli interventi prioritari sulla rete viaria di interesse regionale e la conseguente erogazione, per il 2013, di oltre 25 milioni di euro alle province interessate dai cantieri. Entro il 2016, invece, il Pirellone garantirà 224 milioni per il completamento delle opere.

Si tratta di un elenco di interventi attualmente in fase di progettazione o di realizzazione. Il programma ha avuto avvio nel2002 e ha subito, a partire dal 2011, un drastico taglio di risorse da parte del governo. E dalla Regione fanno sapere che, per far fronte agli impegni presi, Palazzo Lombardia ha continuato a finanziare gli interventi con risorse proprie, secondo un elenco di priorità in stretta collaborazione con le Province. Gli interventi Del Tenno ha sottolineato che la Regione ha provveduto a confermare «gli interventi del programma quali, tra gli altri, la variante di Zogno in , i secondi lotti dei lavori di potenziamento e riqualifica della ex statale 415 Paullese in provincia di Cremona e Milano, la variante di Pusiano (Como) e i lavori urgenti di cui necessita il Ponte della Becca in provincia di Pavia».

Nella , quest’anno, Palazzo Lombardia finanzierà esclusivamente la variante di Zogno con 8,966 milioni di euro. Il finanziamento per quest’infrastruttura proseguirà anche nel 2014 (7,034 milioni) e nel 2015 (un milione). In pratica la Regione stanzierà 17 milioni di euro su un costo totale della variante di 43,6 milioni. Cisano l’anno prossimo L’anno prossimo, invece, rientrerà nel finanziamento anche la variante di Cisano con 750 mila euro, mentre nel 2015 verranno aggiunti 1,5 milioni e nel 2016 altri 2,75 milioni. In questo caso, su un costo totale di 40 milioni, Palazzo Lombardia finanzierà 5 milioni. La terza opera infrastrutturale che rientra nel programma di interventi prioritari è il nuovo ponte di Cassano d’Adda. Per quest’opera la Regione garantirà 1,6 milioni nel 2014 e 850 mila euro nel 2015: in tutto 2,45 milioni su un costo dell’opera 25,5 milioni.

Fabio Florindi – L’Eco di