Valle Taleggio – Un ponte metallico provvisorio (cosiddetto Bailey) per superare l’emergenza. In attesa di trovare i soldi per una soluzione definitiva. Questa l’ipotesi emersa ieri nel vertice tenutosi in Provincia tra tecnici e amministratori, a seguito della frana caduta mercoledì mattina tra Olda e , in Valle Taleggio. «Abbiamo in deposito un ponte del genere, largo 3,5 metri – spiega l’assessore provinciale alla Viabilità Giuliano Capetti –. Ne vanno verificate le condizioni, quindi i costi di posa, dato che occorrono gru speciali che arrivano da fuori regione. Se non dovesse andare bene si dovrà pensare alla passerella pedonale, per bici e moto, come l’ anno scorso».

«Il ponte consentirebbe il transito anche delle auto, a senso alternato –aggiunge il sindaco di Taleggio –. Andrebbe prima ripulita la valletta a monte, quindi in un mese si potrebbe ripristinare la viabilità. La prossima settimana dovremmo avere risposte su tale possibilità». Per ora, infatti, l’unica certezza è che la Provincia non ha i fondi per la sistemazione definitiva della frana. I soldi, quasi certamente, li chiederà alla Regione. O meglio, la Provincia li avrebbe i soldi, ma non può usarli a causa del patto di stabilità. E ieri, in un comunicato, la Lega, per voce del segretario Daniele Belotti, sostiene la necessità «di escludere dal patto di stabilità gli investimenti per la difesa del suolo».

A monte del finanziamento c’è però il dubbio su come intervenire sulla frana, 200 metri cubi di roccia, con altri 9.000 soprastanti a rischio crollo. «Una stima di massima
per la bonifica del versante – spiega l’assessore provinciale Capetti – è di 300 mila euro. Si può poi ragionare anche su un’alternativa: ovvero un ponte che andrebbe a tagliare la curva, lontano dal costone. Ma non abbiamo una stima dei costi. Una volta decisa la soluzione bisognerà trovare i soldi: quelli della Provincia sono bloccati dal patto di stabilità. Non possiamo neppure usarli per asfaltare le strade. Dovremo coinvolgere Regione o Stato». Così il percorso per finanziare la riapertura della provinciale della Valle Taleggio sarà lo stesso di quello per cercare di riaprire la strada della (bloccata da 4 mesi da una frana). Ma anche qui la Regione, per ora, non ha trovato i due milioni di euro necessari per i lavori.

Dovrebbe, invece, trovare una soluzione, il problema dei 15 bambini di Peghera (sette alle elementari) che, dopo la frana, sono costretti a percorre 92 chilometri (tra andata e ritorno) per frequentare l’ asilo di e le elementari di Olda. Oggi ci sarà un incontro tra sindaco, dirigente scolastico provinciale Patrizia Graziani e il preside Franco Bonzi. Le ipotesi sul tavolo: o una nuova maestra elementare che arrivi a Peghera (si tratta di capire chi dovrebbe pagare, il Comune o il Provveditorato) o, a turno, una delle insegnanti già in servizio a Olda. Per i bimbi dell’asilo si ipotizza il trasferimento alla materna di .

Giovanni Ghisalberti – L’Eco di

Alberghi, hotel, ristoranti e appartamenti a Taleggio
Fotografie, immagini di Taleggio
Escursioni sui sentieri di Taleggio
La Valle Taleggio – Prealpi Orobiche
Cartoline, immagini antiche di Taleggio
Itinerari, percorsi di Scialpinismo a Taleggio
Manifestazioni, eventi a Taleggio