Taleggio, strada chiusa “Ora crolla il turismo”

Taleggio Non commentato »

Valle Taleggio – Ci vorrà almeno ancora un mese di lavori per poter rivedere la strada della Valle Taleggio riaperta. Si allungano, infatti, i tempi di ripristino della provinciale che collega Peghera e Olda, chiusa dal 19 marzo scorso per una frana. Inizialmente, le previsioni del Comune erano per una riapertura intorno a fine giugno, a circa tre mesi dall’evento. Tempi che non potranno essere rispettati. L’intervento, finanziato da Provincia e Regione, prevede la posa di un ponte metallico provvisorio (noleggiato dalla Provincia), sostanzialmente nello stesso punto in cui venne posizionato la scorsa estate (quando una frana interruppe la strada). «Settimana prossima concluderemo i lavori propedeutici alla posa del ponte – fanno sapere dall’impresa di Colere, titolare del cantiere –. I tempi, da parte nostra, sono stati rispettati». «Domani (oggi per chi legge, ndr) – aggiunge Daniele Sari del settore Viabilità della Provincia – ci sarà l’assegnazione dei lavori per la posa del ponte. Ci vorrà però almeno un altro mese per la conclusione dell’intervento».

CONTINUA ARTICOLO »

Quartirolo e Salva, che gusto, nel nome della tradizione

-La Valle Brembana Non commentato »

ImmagineTaleggio – Figli della medesima tradizione casearia che si identifica nella grande famiglia degli stracchini, il Quartirolo lombardo ed il Salva cremasco sono due formaggi a Dop (il primo di lungo corso, il secondo di recente istituzione) che ben si adattano ad essere utilizzati per dare sapore ed apportare valori nutrizionali alle fresche insalate estive. Ben si adattano per il gusto – normalmente più delicato nel Quartirolo, più deciso di carattere nel Salva – e perché hanno la giusta consistenza, dura ma non troppo, compatta e talvolta gessosa al punto giusto. Abbiamo detto che appartengono alla stessa tradizione casearia ma ognuno ha un suo profilo identitario ben preciso. Da latte scremato Il Quartirolo, che deve il nome all’antica usanza di produrlo con il latte munto da vacche alimentate con l’erba «quartirola », ossia con il foraggio ottenuto dal quarto sfalcio dei prati di pianura, può derivare da latte scremato.

CONTINUA ARTICOLO »

Frana di Taleggio, sì al ponte mobile, ma dobbiamo trovare i soldi

Taleggio Non commentato »

Valtaleggio – La posa del ponte metallico mobile è tecnicamente fattibile. I sopralluoghi sulla frana caduta lo scorso 19 marzo sulla provinciale della Val Taleggio, tra Olda e Peghera, hanno dato esito positivo. La Provincia ha deciso che, in attesa di una soluzione definitiva, verrà installato un ponte tipo Bailey (consentirà il senso unico alternato dei veicoli, compreso lo scuolabus). L’incognita, non ancora risolta ieri, era quella dei fondi. Per la posa dovrebbero servire circa 200 mila euro (comprensivi di bonifica di parte della frana), anche se per ora i costi non sono stati quantificati esattamente. Soldi che bisognerà trovare nelle pieghe del bilancio provinciale.

CONTINUA ARTICOLO »

Taleggio, ponte provvisorio per poter superare la frana

Taleggio Non commentato »

Valle Taleggio – Un ponte metallico provvisorio (cosiddetto Bailey) per superare l’emergenza. In attesa di trovare i soldi per una soluzione definitiva. Questa l’ipotesi emersa ieri nel vertice tenutosi in Provincia tra tecnici e amministratori, a seguito della frana caduta mercoledì mattina tra Olda e Peghera, in Valle Taleggio. «Abbiamo in deposito un ponte del genere, largo 3,5 metri – spiega l’assessore provinciale alla Viabilità Giuliano Capetti –. Ne vanno verificate le condizioni, quindi i costi di posa, dato che occorrono gru speciali che arrivano da fuori regione. Se non dovesse andare bene si dovrà pensare alla passerella pedonale, per bici e moto, come l’ anno scorso».

CONTINUA ARTICOLO »