Taleggio – Il destino crudele l’ha fatto piombare proprio nella «tana del lupo»: e purtroppo non è uscito indenne dal volo di circa tre metri. Così è morto di lì a poco, sotto lo sguardo impotente dei curiosi che hanno assistito alla scena: è la brutta avventura capitata domenica scorsa a un maschio, a di . L’ungulato adulto, come ha poi stabilito l’ufficiale della polizia provinciale intervenuto sul posto in seguito a una segnalazione, si è avventurato vicino alle di Peghera, vicino alla provinciale: è finito nel cortile di casa del macellaio del paese, Mario Corticelli e da qui è poi precipitando direttamente nell’area di macello con un volo che si è rivelato fatale.

«Uscito di casa – spiega Giambattista Albani, ufficiale della polizia provinciale – si è imbattuto nell’animale, il quale, alla vista dell’uomo, si è spaventato e ha cominciato a cercare una via di fuga». Purtroppo la vicenda si è conclusa nel peggiore dei modi: il capriolo, infatti, nel tentativo di allontanarsi ha superato un cordolo ma è caduto dal cortile nell’area macello sottostante. «Il volo gli è costato la frattura dei due arti anteriori – continua Albani – e quando l’agente volontario Renato Mazzoleni e io siamo arrivati sul posto non abbiamo potuto fare altro che constatare la morte del povero animale. A quel punto abbiamo interpellato un veterinario dell’Asl che ha verificato se il capriolo avesse infezioni o malattie. Constatato che non vi erano problemi nel consumo della sua carne, si è detto concorde a trattenere il corpo dell’animale nelle celle del macello per metterlo all’asta». Venerdì, infatti, si terrà un’asta pubblica per la messa all’incanto della carne dell’ungulato. L’incanto si terrà al bar pizzeria «Al palazz dol Miro» di Peghera: entro le 17,30 saranno raccolte le buste con le offerte. «La base d’asta è di 60 euro – conclude Albani –. Una volta aperte decreteremo chi si sarà aggiudicata la carne del capriolo».

L’Eco di