Foppolo ValcarisoleSeggiovia unica per Foppolo e Carona
Piste da sci collegate da una moderna quadriposto Addio ai vecchi skilift. Un comitato: ripensateci. FOPPOLO – Le piste da sci di Carona e Foppolo saranno collegate da una nuova seggiovia quadriposto che dalla Valle Carisole (a metà percorso tra il rifugio Giretta e la partenza della sciovia Terre Rosse) porterà fino al Valgussera. I due vecchi impianti di risalita, ovvero lo skilift Vago a Carona e la seggiovia Foppolo-Valgussera, che finora hanno garantito il collegamento tra i due comprensori, saranno smantellati. Entrambi sono ormai giunti alla scadenza della vita tecnica: il Vago potrà funzionare fino alla primavera 2008, quindi ancora una stagione, l’impianto del Valgussera fino a tutto il 2009. Ma il loro destino, dopo oltre mezzo secolo di servizio, sembra segnato.

Il via libera alla nuova seggiovia Valcarisole-Valgussera è arrivato nei giorni scorsi da una conferenza a cui hanno preso parte i rappresentanti del Parco delle Orobie, dei Comuni di Foppolo e Valleve, della Comunità montana Valle Brembana e della Provincia, quindi le associazioni ambientaliste, da Legambiente al Wwf, dal Cai a Italia nostra. Sul tavolo tre «progetti di indirizzo» che i Consigli comunali di Carona e Foppolo, nell’aprile scorso, avevano approvato, con pari dignità: la sostituzione, con leggere variazioni di tracciato, dei due impianti, il Vago e il Foppolo-Valgussera, attualmente funzionanti ma, come detto, in scadenza tecnica; oppure il rinnovamento del Foppolo-Valgussera e la realizzazione di un nuovo impianto di rientro a Foppolo, da Carisole al Montebello; infine una terza soluzione prevedeva la realizzazione di un solo impianto da Carisole al Valgussera (in pratica in sostituzione dei due attuali funzionanti di collegamento Foppolo-Carona).

Val Carisole

«Le tre soluzioni – spiega il sindaco di Foppolo Giuseppe Berera, presidente della società Brembo Superski che dovrà realizzare i nuovi impianti – sono state presentate al Parco delle Orobie senza alcuna preferenza. Il Parco ha voluto coinvolgere nella scelta tutte le associazioni ambientaliste anche perché l’area interessata agli impianti è zona a protezione speciale, quindi di particolare salvaguardia. La riunione è stata apprezzata dalle associazioni che, per la prima volta, si sono viste coinvolte in problemi di questo tipo. La soluzione appoggiata, alla fine, è stata quella dell’unica seggiovia dalla Valcarisole al Valgussera, in sostituzione dei due vecchi impianti. Un progetto che sicuramente crea un minor impatto da un punto di vista ambientale. Per questo la scelta è caduta sull’unico impianto. Gli sciatori che salgono da Foppolo potranno raggiungere la Valcarisole con la seggiovia del Montebello, quindi rientrare con il nuovo impianto del Valgussera».

Considerato che la vecchia seggiovia Foppolo-Valgussera verrà smantellata, sul comprensorio di Foppolo resterà il solo impianto di risalita al Montebello. «Per questo stiamo pensando anche a un potenziamento dell’impianto magari con la creazione di un’unica seggiovia in sostituzione delle due esistenti» precisa il sindaco Berera. Ma la soluzione, comunque, a Foppolo, a qualcuno non è piaciuta e preoccupa: una trentina di famiglie hanno sottoscritto un documento in cui invitano il Comune a rinnovare il collegamento Foppolo-Valgussera. «Foppolo resterebbe con un’unica seggiovia che dovrebbe sopportare tutto il flusso di sciatori – spiega Gustavo Cortesi, portavoce delle famiglie firmatarie del documento – con gravi danni per Foppolo, sia da un punto di vista economico sia dell’immagine. Foppolo, che dovrebbe essere il perno del comprensorio di Bremboski, avrebbe un solo impianto di risalita, quello fino al Montebello. Abbiamo sondato il parere dei commercianti e della comunità e si sono detti contrari. Ci batteremo, presso gli enti preposti a rilasciare le autorizzazioni, affinché la seggiovia Foppolo-Valgussera venga mantenuta».

«Il demanio su cui si va a lavorare è zona a protezione speciale – replica il sindaco Berera – e le scelte andavano fatte con prudenza. Per questo abbiamo sottoposto al Parco delle Orobie tre soluzioni, ognuna con i suoi vantaggi e i suoi svantaggi, ma demandando totalmente la scelta finale: l’obiettivo era quello di poter ancora sfruttare il demanio sciabile. Ci siamo riusciti e siamo soddisfatti». Insomma, i Comuni di Foppolo e Carona volevano la strada spianata e veloce verso la realizzazione del nuovo impianto di risalita, vista anche la prossima scadenza di quelli in uso. Entro l’autunno, quindi, sarà presentato il progetto definitivo per la nuova seggiovia quadriposto che dalla Valcarisole dovrà portare fino al Valgussera, impianto che avrà un costo di circa due milioni e 800 mila euro. L’intervento sarà a carico della Brembosuperski, la società dei Comuni di Foppolo, Valleve e Carona.

Giovanni Ghisalberti – L’Eco di Bergamo 7-08-2007

Forum di discussione Nuova Seggiovia Vago/ Valgussera, linea diretta con Bremboski
FOTOGRAFIE E IMMAGINI DI FOPPOLO

Foppolo.orgFoppolo.co.ukFoppolo.biz