Roncobello – Il progetto è pronto. Ma anche in questo caso si è in attesa di soldi. Per l’alta rappresenta, insieme alla galleria sotto il passo San Marco, uno dei progetti più ambiziosi: collegare con Ardesio, quindi alta Brembana con alta (sarebbe il secondo collegamento dopo quello del passo di , tra e del Riso). Nel 2007 si arrivò al protocollo d’intesa tra Provincia, Comuni e Comunità montane per realizzare quella che doveva essere innanzitutto una strada agrosilvopastorale, per servire pascoli, baite e alpeggi. Ma il progetto concluso poi due anni fa ha previsto una strada carrozzabile vera e propria, il cui costo si aggira sui 14 milioni di euro.

Lunga dieci chilometri e, nel punto più alto a quota 1.900 metri, partirà dalla conca di Mezzeno a Roncobello per arrivare all’Alpe Corte di Valcanale di Ardesio, passando per un tratto sul territorio di . Verrebbe aperta solo d’estate. «Sarebbe importante per il turismo – dice il sindaco di Roncobello Andrea Milesi –, ma costituirebbe anche una via di fuga in caso di emergenze o impraticabilità delle altre strade». Lontanissimo, tra i sogni dell’alta valle, anche il traforo sotto il passo San Marco (inserito nel Piano del territorio di Mezzoldo): partirebbe nella zona del rifugio per sbucare in zona di Albaredo per San Marco (Sondrio).

Ma al di là dei sogni l’alta valle, in questo periodo, deve fare i conti con buche e asfalto malmesso. «Le strade provinciali dell’alta valle – dice il sindaco di Roncobello Milesi – sono messe veramente male: ci sono buche, muretti che cadono e guardrail che mancano. Gli asfalti andrebbero rifatti. Personalmente ho chiesto una maggiore attenzione alla Provincia».

L’Eco di Bergamo