San Giovanni Bianco – I brembani con una prestazione in crescendo battono nettamente il Pontida Briantea, squadra che ha mostrato buone cose in avvio ma che poi ha subito un progressivo calo fisico e psicologico, fino al tracollo finale. Il San Giovanni si schiera con un 4-4-2 atipico, in quanto l’esperta e talentuosa ala sinistra Revera spesso si accentra a servire le due punte Bonzi e Ghisalberti, mentre gli ospiti presentano un ambizioso 4-2-3-1 con Mecca supportato da Soave, Matteo Donadoni e Riva. Partono meglio i ragazzi di Marcassoli, che aggrediscono in mezzo e allargano il gioco per creare spazi in avanti conquistando calci piazzati: al 7′ punizione dalla sinistra di Mecca che attraversa tutta l’area piccola senza che nessuno intervenga, al 12′ ancora calcio piazzato del numero dieci dalla trequarti di poco alto sopra la traversa.

I brembani sono in affanno e vanno in svantaggio: al 13′ Matteo Donadoni pressa il portiere Avogadro che cincischia con la difesa, la palla giunge sui piedi di Soave che insacca di prima intenzione. Il Pontida Briantea galvanizzato dal gol tenta di raddoppiare ma al 27′ la spettacolare sforbiciata volante di Mecca su cross di Riva termina poco sopra l’incrocio. Passano pochi minuti e i padroni di casa si dimostrano cinici raggiungendo l’uno a uno grazie ad un colpo di testa ravvicinato di Bonzi su angolo di Revera, aiutato da una dormita colossale della difesa avversaria.

All’intervallo arriva così un San Giovanni confortato dal pari e un Pontida Briantea abbattuto per l’occasione perduta; questi stati d’animo caratterizzano anche il secondo tempo, contribuendo a cambiare l’andamento del match.
A inizio ripresa sembra che la partita si assesti sui binari di un tranquillo pareggio, anche nei tiri a rete i calciatori non paiono troppo convinti: al 2′ Matteo Donadoni spara alto dalla sinistra, all’8′ risponde Ghisalberti con un destro al volo telefonato. Marcassoli decide di togliere l’ala Soave per inserire il difensore centrale Rigamonti con avanzamento di Colleoni in fascia, sul fronte opposto il San Giovanni con il passare dei minuti acquista brillantezza e avanza notevolmente il proprio baricentro fino a passare in vantaggio: al 21′ calcio piazzato da posizione defilata di Revera, palla che scavalca la barriera e si infila in rete sul primo palo con Mattia Donadoni, subentrato a Pasini, un po’ incerto. Per il Pontida è una pugnalata in pieno petto, ma inizialmente subentra l’orgoglio: al 24′ rabbioso destro di Mecca con Avogadro che respinge; la palla arriva a Nicolas Frigerio ma il tiro è ribattuto e la bordata finale di Fabio Frigerio che si perde sul fondo.

È solo un episodio, il San Giovanni infatti chiude la partita: al 34′ Bonzi innesca Revera il quale entra in area e serve il neoentrato Nicolò Galizzi che è solissimo e segna il terzo gol, mentre al 38′ magistrale contropiede Revera-Ivo Galizzi-Ghisalberti, con quest’ultimo che supera Donadoni sul palo lontano. Magra consolazione per gli ospiti il rigore in pieno recupero di Mecca, che rende meno amaro il passivo.

4 PONTIDA BRIANTEA 2
RETI: 13′ pt Soave, 31′ pt Bonzi, 21′ st Revera, 34′ st Galizzi Nicolò, 38′ st Ghisalberti, 48′ st Mecca su rigore.
SAN GIOVANNI BIANCO: Avogadro, V. Galizzi, Riceputi, I. Galizzi, Baroni, Pedercini, Milesi (12′ st N. Galizzi), Luiselli (22′ st M. Giupponi), Bonzi (37′ st Monaci), Revera, Ghisalberti. All. Pesenti.

PONTIDA BRIANTEA: Pasini (1′ st M. Donadoni), Colleoni, Gandolfi, Mangili, N. Frigerio, F. Frigerio, Soave (9′ st Rigamonti), Codalli (15′ st Zanni), M. Donadoni, Mecca, Riva. All. Marcassoli
ARBITRO: Martinelli di Bergamo.

– L’Eco di Bergamo