Sentiero delle Orobie, per l’estate si prepara un nuovo rifugio

Mezzoldo Non commentato »

Mezzoldo – Chi programma un’escursione su tutto il Sentiero delle Orobie occidentali sa che è uno dei tratti più impegnativi: dal rifugio San Marco 2000 fino al Dordona, in territorio di Foppolo, ci sono anche sette-otto ore di cammino. In mezzo, lungo il percorso, non ci sono altri rifugi su cui appoggiarsi e pernottare. «Intitoliamolo a Marco Balicco» La soluzione, però, è vicina: l’Ente regionale per i servizi all’agricoltura e alle foreste (Ersaf ) della Lombardia sta, infatti, completando un nuovo rifugio posto a circa 1.950 metri di quota, in località Azzaredo di Mezzoldo.

CONTINUA ARTICOLO »

Piani di Bobbio, una via per salire con le ciaspole

Valtorta Non commentato »

ciaspoleValtorta – «Dopo il percorso riservato di cinque chilometri a Ceresola, arriverà un tracciato ad hoc anche per risalire ai Piani di Bobbio ». La promessa arriva dal Comune di Valtorta e da Imprese turistiche Barziesi (Itb), la società di gestione delle seggiovie di Valtorta- Piani di Bobbio. Dovrebbe così concludersi la polemica nata alcune settimane fa a seguito dei divieti e delle multe inflitte dai carabinieri ad alcuni ciaspolatori che da Ceresola di Valtorta stavano salendo verso i Piani di Bobbio. La sezione Cai dell’alta Valle Brembana aveva protestato chiedendo, comunque nel rispetto della legge, maggiore flessibilità e un percorso riservato che consentisse la risalita fino ai Piani di Bobbio e ai suoi rifugi.

CONTINUA ARTICOLO »

Fermati o multati sulle ciaspole, proteste dal Cai

-La Valle Brembana Non commentato »

ciaspole-3Diteci quale percorso dobbiamo seguire, da dove dobbiamo salire. Ma lasciateci ancora fare una delle escursioni più belle sulle ciaspole». Il presidente del Club alpino italiano dell’alta Valle Brembana Andrea Carminati dice di farsi portavoce delle proteste di tanti dei suoi soci. Il «freno» ai ciaspolatori o a quanti, senza sci ai piedi, vogliono risalire da Ceresola di Valtorta fino ai Piani di Bobbio, è arrivato nei giorni scorsi dai carabinieri. Militari regolarmente in servizio sugli sci che controllano la sicurezza sulle piste. La legge è chiara: sulle piste non è possibile salire a piedi o con le ciaspole. Troppo pericoloso sia per gli stessi ciaspolatori sia per gli sciatori che scendono a gran velocità sui tracciati.

CONTINUA ARTICOLO »

Branzi, riverniciati i segnavia dei sentieri

-La Valle Brembana Non commentato »

Foppolo-Rifugio-Dordona51Alta Valle Brembana – Vandali in azione sui sentieri del Club alpino italiano a Branzi. Nei giorni scorsi, alcuni volontari del Cai, armati di pittura e pennello, hanno riverniciato i segnavia lungo i sentieri 117A e 117 che dal centro abitato portano alla località Forcolino di Torcola. Il tracciato si sviluppa su un dislivello di circa mille metri e ha comportato un intervento di varie giornate di lavoro. L’amara sorpresa si è rivelata il giorno in cui era previsto il termine dei lavori: gran parte dei segnavia sono stati nascosti con vernice nera. Chi è l’artefice e con quale finalità ha agito? Sono le domande che si pongono all’unisono l’amministrazione comunale, la Pro loco e il Cai che lavorano in rete per promuovere la zona. «Abbiamo terminato da un mese il secondo lotto di intervento di sistemazione del sentiero 117A, tramite la Comunità montana – spiega il primo cittadino Gabriele Curti –.

CONTINUA ARTICOLO »