Mezzoldo – La storia della famiglia del nuovo sindaco di , Domenico Rossi, è strettamente legata alla storia del paese. Una famiglia in cui forte è sempre stato il senso civico e la partecipazione attiva alla vita della comunità. Il nonno è stato podestà e portava lo stesso nome del neosindaco, il padre è stato per molti anni consigliere comunale e Domenico siede ora sulla poltrona di sindaco. La sua vittoria è stata decretata ieri attorno alle 16, dopo lo scrutinio delle 140 schede presenti nell’urna: 84 voti sono andati alla lista civica , guidata da Rossi, e 47 a Unito che candidava Nadia Piccamiglio.

Rossi, 60 anni, sposato, è da poco pensionato, dopo aver lavorato all’, come guardiano delle dighe. Rossi proviene da un passato come consigliere comunale e un decennio come assessore, impegnato soprattutto nelle questioni del territorio, della protezione civile e degli incendi boschivi, senza mai esimersi dal dare una mano concreta per la rimozione della o per lavori pratici da sbrigare per il paese. «Più che una passione ereditata da mio padre e da mio nonno – dice Rossi – è quel senso civico a cui sicuramente sono stato educato che fa essere normale il prestarsi con dedizione al bene del proprio paese. È una cosa che cresce con la vita stessa, amando il proprio paese».
Suo predecessore è stato Raimondo , che cede ora il passo per imposizione di legge, ma che ha deciso di continuare a impegnarsi nell’amministrazione, candidandosi come consigliere nella lista Stella Alpina. Nei risultati elettorali è emerso il favore dei cittadini verso che, gli hanno accordato 41 voti di preferenza, pari a circa la metà dei voti ottenuti dalla lista. Nessun voto invece per le due liste esterne Pirateparty.it e «Il paese che vogliamo». Le prime congratulazioni a Rossi sono giunte proprio dal sindaco uscente.

«La collaborazione con Balicco – spiega Rossi – è sempre stata grande. Il nostro è un gioco di squadra, come nel ciclismo. La nostra forza è quello che abbiamo fatto insieme in questi anni». La linea di programma che il gruppo porterà avanti vede la continuazione dell’azione politica per una modifica dell’articolo 16 che prevede l’Unione dei Comuni. «Quello che dobbiamo fare – ha detto Rossi – è continuare a migliorare i servizi in forma associata con altri Comuni e con la ». Un paese, Mezzoldo, con un alto numero di anziani, ai quali l’amministrazione pensa con particolare attenzione con l’attivazione di servizi e di iniziative culturali e ricreative. Nei prossimi anni sono previste alcune importanti opere pubbliche e si lavorerà soprattutto sulla manutenzione e cura del territorio e del patrimonio storico-culturale e sul turismo.

Monica – L’Eco di

Hotel, Alberghi e Appartamenti MezzoldoFotografie Mezzoldo
EscursioniManifestazioniItinerari Sci Alpinismo MezzoldoCartoline antiche