Da Arlecchino ai Tasso, S.Giovanni, Camerata e Dossena si alleano

Camerata Cornello, Dossena, San Giovanni Bianco Non commentato »

Valle Brembana – L’unione fa la forza. Soprattutto in tempi di crisi. Perché il patrimonio culturale è enorme: bastino i nomi di Arlecchino e della famiglia dei Tasso, ma le risorse per «vendere» questi tesori, pochi. Così San Giovanni Bianco, per tradizione patria di Arlecchino, Camerata Cornello, culla d’origine del casato dei Tasso, e Dossena, luogo di miniere e di antiche maschere, hanno deciso di allearsi. Sabato alle 10, nella sala polivalente (scuola media) di San Giovanni Bianco i sindaci presenteranno il polo culturale «Mercatorum e Priula. Vie di migranti, artisti, dei Tasso e di Arlecchino». Uniti dalle strade A unire le tre realtà due strade, la Via mercatorum, antica mulattieradei mercanti, e la Priula, carrozzabile verso l’Europa.

CONTINUA ARTICOLO »

Pochi alunni a Dossena, media a rischio chiusura

Dossena Non commentato »

Dossena – Una ventata d’aria fresca che sia, se possibile, in nome della collaborazione. Rispetto alle scorse legislature, virando verso la giovane età. I due protagonisti delle elezioni, il neo sindaco Fabio Bonzi, 31 anni, titolare di un azienda agricola con allevamento di capre, e il capogruppo di minoranza Daniele Consonni, 30, sono entrati in Comune con lo spirito di chi sa che, per governare un paese, è meglio sostenersi piuttosto che ostacolarsi. «L’opposizione vuole cambiare pagina insieme a noi», è la dichiarazione di Bonzi, a cui si aggiunge l’apertura di Consonni: «Staremo sui banchi di chi controlla e vigila in modo critico, ma siamo pronti a collaborare per il bene del paese». Per la lista «Impegno e servizio Dossena» guidata dal nuovo primo cittadino, d’altronde, la tornata elettorale è stata una sorta di plebiscito: 498 voti (72,8%) contro i 186 (27,2%) dello sfidante. «Il risultato è stato estremamente positivo – ha commentato Bonzi, che sabato scorso ha indossato per la prima volta il tricolore in occasione dell’insediamento del nuovo Consiglio –. Non ci aspettavamo di vincere così nettamente. Il dato vero, però, è la voglia di cambiamento che si respira in paese.

CONTINUA ARTICOLO »

IMU delle centrali, così rischiamo lo sfascio

-La Valle Brembana Non commentato »

La centrale di ZognoValle Brembana – «Per il 2013 il Comune di Taleggio darà allo Stato 176 mila euro, per Imu e Tares. Il trasferimento dello Stato al Comune sarà invece di soli 40 mila euro circa. In buona sostanza è il nostro Comune che aiuta lo Stato. E questo, peraltro, lo vieni a sapere a fine anno». Così il sindaco di Taleggio e presidente della Comunità montana Valle Brembana Alberto Mazzoleni: il suo è uno dei 15 comuni vallari che daranno più soldi allo Stato di quanto ne riceveranno. «Non è giusto che i comuni virtuosi debbano contrattare con chi invece continua a sprecare risorse – spiega Mazzoleni –. Così non si può andare avanti anche perché poi la carenza di risorse si ripercuote necessariamente sui cittadini.

CONTINUA ARTICOLO »

L’addio a Salvini l’alpino volontario per i bimbi messicani

Mezzoldo Non commentato »

salviniMezzoldo – Si sono celebrati a Mezzoldo, in alta Valle Brembana, i funerali di Santino Salvini, alpino e per decenni operatore umanitario in Messico. La sua scomparsa lascia un vuoto difficilmente colmabile in Alta Valle Brembana e nel mondo del volontariato brembano e seriano. Era un alpino, è stato a lungo consigliere ed assessore comunale nel suo paese natio: si era infatti trasferito a San Pellegrino Terme tornando però sovente a Mezzoldo nel duplice ruolo di amministratore comunale e di consigliere per decennie quindi capogruppo dal 1994 al 2012. Inoltre Salvini fu animatore ed organizzatore di numerosissime manifestazioni di animazione della comunità mezzoldese, tra le quali ben 48 edizioni della corsa Mezzoldo-Ca’ San Marco e di quattro edizioni del Campionato italiano di corsa in montagna.

CONTINUA ARTICOLO »