Piazza Brembana – Il Cai di Piazza ha eletto il suo nuovo presidente: è uno dei più giovani delle sezioni di tutta Italia. Si tratta di , 26 anni, di : sarà affiancato dai vice Dino Rossi di e Davide Milesi di Piazza Brembana.

Carminati, laureato in lettere, responsabile della qualità degli ebook in una libreria con sede a e collaboratore de «L’Eco di Bergamo», era vicepresidente del Cai e coordinatore della commissione per la gestione del sito internet e dell’annuario. La «fumata bianca» è avvenuta pochi giorni fa nella sede dell’associazione in via Belotti a Piazza Brembana e la scelta è ricaduta sul giovane brembillese, appassionato di d’alpinismo, escursionismo e mountain bike.

Il direttivo si è riunito per nominare sia il presidente sia gli altri incarichi, dopo l’improvvisa scomparsa di Enzo Ronzoni, alpinista di che era alla guida del Cai da circa un anno. E in ricordo di Ronzoni la sezione del Cai dell’alta valle ha intenzione di portare a termine tutti i progetti da lui ideati. «Aprire le porte alle giovani generazioni è un’importante meta che aveva nel cuore Enzo: noi cerchiamo di raggiungerla, con degli incontri nelle scuole dalla zona e proseguendo nella collaborazione con i Centri ricreativi estivi per promuovere la », spiega Carminati. Nelle manifestazioni non si coinvolgeranno solo i giovani della Valle Brembana. «Ad aprile ci metteremo in gioco con l’Unicef – prosegue il neo presidente – per realizzare al la seconda edizione della festa che si terrà al Passo San Marco con i bambini delle scuole della Valle Brembana e della ». Tra le priorità del mandato triennale di Carminati ci sono i lavori di adeguamento del rifugio Benigni, a ma di proprietà della sezione del Cai brembano. Di recente è stato nominato anche il nuovo direttore della Scuola Orobica di alpinismo e sci d’alpinismo, che ha sede a San Pellegrino: si tratta di Alessandro Ghisalberti.

Eleonora Arizzi – L’Eco di Bergamo

Hotel, Alberghi, Ristoranti e Appartamenti Piazza BrembanaFotografie Piazza Brembana
EscursioniManifestazioniCartoline antiche