Oltre il Colle – Sono entrate in vigore lunedì le tariffe definitive per il parcheggio a quota 1.600 metri situato ai piedi del pizzo Arera, nel comune di Oltre il Colle. Dopo la novità introdotta dalla delibera di Giunta dello scorso gennaio, da due giorni quindi turisti e residenti che vorranno salire al parcheggio per poi raggiungere alcune tra le mete più belle delle Orobie, come il dei fiori e delle farfalle, il passo e il lago Branchino o la di Grem, dovranno munirsi di ticket o di abbonamento.

I «ticket-grattini»
saranno in vendita in tutti gli esercizi commerciali di Oltre il Colle: bar, ristoranti, alberghi, tabaccherie, mentre per gli abbonamenti mensili bisognerà recarsi negli uffici comunali. La tariffa giornaliera è di quattro euro (le tariffe sono state modificate rispetto alle iniziali di gennaio della Giunta), gli abbonamenti invece vanno dai venti euro mensili per i residenti ai cinquanta per i turisti. I veicoli che esporranno il cartellino di disabile a bordo saranno esonerati dal pagamento, così come le forze dell’ordine e i mezzi di emergenza.

Il provvedimento non ha però convinto i numerosi turisti e villeggianti che considerano troppi i cinquanta euro stabiliti, visto che, sostengono, non sono in molti d’estate a raggiungere questa zona e sostarci più di dieci volte. Per alcuni, inoltre, sembra un accanimento verso il turista e quindi un disincentivo al turismo, per altri una vera e propria discriminazione tra residente e non residente. Un cosa è certa: quello introdotto a Oltre il Colle è l’ecopass più caro della . Il primo in ordine di tempo è quello introdotto a Roncobello, lungo la strada comunale che da Capovalle alla Conca di Mezzeno. Qui il giornaliero si paga due euro, mentre si sborsano cinque euro per il settimanale, quindici per il mensile e trenta euro per tutta la stagione. Cifre che lo scorso anno, nei tre mesi di istituzione del pedaggio, da luglio a settembre, hanno consentito di raccogliere circa 13 mila euro (grazie a 6.000 biglietti), oltre ai soldi da una cinquantina di multe per chi è stato trovato senza ticket. Tornando a Oltre il Colle, come già più volte ribadito dal sindaco Valerio , «ciò che interessa non è portar soldi nelle casse comunali, ma piuttosto disciplinare una strada che, soprattutto nel periodo estivo, è oggetto di soste selvagge che creano un vero e proprio caos. I soldi raccolti, poi, serviranno per la manutenzione del tracciato. Inoltre a giugno non effettueremo rigorosi controlli, che verranno invece aumentati nei mesi di luglio ed agosto».

Gloria Bertocchi – L’Eco di Bergamo