Camerata Cornello – Si parte dal Penny Black, il primo francobollo emesso nella storia, per attraversare tutta l’Europa. Passando, ovviamente, per . Perché quando si parla di sistema postale la tappa nel paese della Valle Brembana è obbligata. Nella frazione di Cornello (oggi ribattezzata ) nacque la corrispondenza postale per merito, per l’appunto, della famiglia Tasso, originaria del borgo, conosciuta dai più per aver dato i natali a Torquato Tasso, autore della «Gerusalemme liberata ». Così, per la trentunesima edizione delle «Giornate europee per il Patrimonio», in programma questo weekend, anche Camerata è coinvolta nel progetto. Le iniziative si concentreranno domani, sabato 20 settembre. L’inizio ufficiale della serata è previsto alle 17,30 con la possibilità di partecipare – su prenotazione – alla visita guidata alla chiesa di San Ludovico di Tolosa.

Dalle 21, poi, ci sarà l’apertura straordinaria del Museo dei Tasso e della Storia postale e, in concomitanza, si svolgerà un’altra visita con un esperto (al costo simbolico di un euro) al di Cornello e alla chiesa dei Santi Cornelio e Cipriano. La serata, dunque, sarà dedicata alla scoperta del patrimonio enogastronomico e culturale di Camerata Cornello. In particolare, del borgo da cui partì la famiglia Tasso, che per secoli gestì il servizio postale europeo e i cui corrieri divennero i messaggeri ufficiali del Papa. Ma, come detto, ci sarà spazio anche per gli affreschi conservati nella chiesa dei Santi Cornelio e Cipriano e in quella di San Ludovico di Tolosa.

Alberto Marzocchi – L’Eco di Bergamo

Alberghi, Ristoranti e AppartamentiFotografie Camerata CornelloEscursioniManifestazioniCartoline anticheIl Borgo del Cornello dei TassoIl Borgo del BrettoMuseo dei Tasso