Val Brembilla, primo voto, è subito bagarre: 4 liste

Brembilla, Gerosa Non commentato »

valbrembilla-cartinaVal Brembilla – Quattro candidati sindaci. Da una parte lo storico amministratore del paese contro un suo ex assessore e – dopo incomprensioni e qualche scintilla – parte della vecchia giunta. Dall’altra i due outsider, cioè un cittadino «osservatore » (come lui stesso si definisce) e l’esponente della Lega. È il film che, il 25 maggio, vedrà uscire dalle urne il primo cittadino di Val Brembilla, Comune di 4.500 abitanti nato dalla fusione, dopo il referendum consultivo, di Brembilla e Gerosa. A due mesi dal voto la sfida è entrata nel vivo e promette, rispetto alle ultime due tornate elettorali, più battaglia che mai.Sulla carta l’ex sindaco Gianni Salvi potrebbe ancora partire come favorito.

CONTINUA ARTICOLO »

Gerosa, farmacia chiusa: sono stato abbandonato

Gerosa Non commentato »

Val Brembilla – «La farmacia, in un paese di montagna come Gerosa, è importantissima: lo dimostrano anche le due vite umane che abbiamo salvato. Ma il servizio, per poter funzionare, ha bisogno di un supporto, anche pubblico». Crescenzio Colantuono, 47 anni, milanese, dopo tre anni ha deciso di gettare la spugna. Ha chiuso la farmacia di Gerosa (dal 4 febbraio nel nuovo Comune di Val Brembilla), aperta nell’aprile 2011: costi di gestione troppo alti, l’affitto da pagare, il mutuo per la ristrutturazione del locale e poi un bacino d’utenza limitato. Fatti due conti, con una moglie e una bimba piccola, così non si poteva andare avanti.

CONTINUA ARTICOLO »

Oro Rosso anche in quel di Gerosa

Gerosa Non commentato »

zafferanoGerosa – Dopo Costa Volpino, Roncobello e Dossena l’oro rosso arriva anche sopra Gerosa. Sul confine tra l’alta Val Brembilla, la Valle Imagna e la Val Taleggio, in prossimità della località “Tre Faggi” presso la baita “Sacra Famiglia” il cui nome deriva proprio da una santella solo di recente affrescata e raffigurante la “Sacra Famiglia” posta sul lato destro della baita che domina l’intera vallata, è stata scoperta una vena di “Oro Rosso”. La mente corre subito a scavi, minatori, miniere, niente di tutto questo, così viene chiamato lo zafferano che li viene prodotto con tanta passione ed entusiasmo dalla famiglia Cremaschi. I bulbi di crocus sativus da cui si ricava lo zafferano, messi a dimora lo scorso fine luglio, provengono dagli Altipiani di Navelli, dal piccolo Comune dell’Abruzzo di Civitaretenga, ove viene coltivato il miglior zafferano d’Europa che, nel 2004, ha ottenuto anche il riconoscimento DOP.

CONTINUA ARTICOLO »

Gerosa, soldi finiti, senza la fusione rischio tassa extra

Gerosa Non commentato »

Gerosa – Le casse piangono: la crisi perdura, sempre meno soldi da Stato e Regione, mentre le spese restano sempre le stesse, anzi, aumentano. Da qui l’esigenza di organizzare un incontro pubblico dove presentare entrate e uscite e parlare del futuro di Gerosa. L’incontro si è tenuto al ristorante Belvedere con una quarantina di persone. «La situazione è critica – ha spiegato il sindaco Pierangelo Monzani – per come stanno andando le cose ci sono poche possibilità per il futuro di Gerosa: o salta, o si istituisce un’imposta di scopo che andrebbe a gravare sugli abitanti, oppure la fusione con Brembilla (il 16 luglio sarò presente a un incontro in Regione in proposito). Purtroppo su questo fronte persistono ancora dei malumori in paese, ma la gente deve capire che è la proposta più idonea per un futuro sereno. Avanti di questo passo, infatti, nel giro di quattro o cinque mesi avremo difficoltà pure a garantire gli stipendi per le due impiegate comunali, il segretario e il tecnico». «Ricordo – ha detto il sindaco – che già la Giunta non percepisce compensi, per impegnare ogni singolo centesimo all’assistenza sociale. Ma ora la situazione è critica».

CONTINUA ARTICOLO »