Costa Serina: a scuola si va gratis E la Tari gioca al ribasso

Costa Serina Non commentato »

Costa Serina – I cittadini di Costa Serina potranno usufruire, a partire dal mese di settembre, del trasporto gratuito alla scuola di Ascensione. È questo il più importante annuncio fatto durante la discussione del bilancio di previsione avvenuta nel corso dell’ultima seduta del Consiglio comunale. A comunicare la decisione è stato il sindaco Fausto Dolci: «Era uno dei nostri principali punti del programma elettorale che abbiamo deciso di mantenere fin da subito». Marica Carrara, consigliere comunale di maggioranza delegata all’Istruzione e ai Servizi alla persona, ha aggiunto: «Abbiamo tolto questa spesa visto il peso con cui gravava sul bilancio delle famiglie del nostro paese». A usufruire dell’esenzione saranno i cittadini che distano dalla scuola più di 1,3 chilometri. «Questo perché – ha aggiunto il sindaco Dolci – per motivi di spazio sul pulmino vogliamo evitare che le famiglie che abitano nei pressi dell’edificio scolastico e che fino allo scorso anno non usufruivano del servizio di trasporto, lo utilizzino ora che è gratis». Inoltre il consigliere Carrara ha aggiunto che la tariffa della mensa rimarrà uguale rispetto a quella dello scorso anno e che, dal terzo figlio, ci sarà uno sconto del 50% del canone.

CONTINUA ARTICOLO »

Dolci torna dopo dieci anni, sostenuto dai giovani

Costa Serina Non commentato »

Costa Serina – Il bergamasco d’adozione, Luigi Elena, ligure di Cervo, non ce l’ha fatta. Sarà Fausto Dolci, già sindaco dal 1995 al 2004 e per dieci anni seduto fra i banchi della minoranza, a guidare Costa Serina per la prossima legislatura. Dolci, con la lista «Diamoci una mano», ha staccato di 52 voti la lista di Elena, «Pensare Comune per uno sviluppo sociale sostenibile ». Alla fine il risultato è stato abbastanza netto: 54,3% (331 voti) contro 45,7% (279). «Sapevamo che non sarebbe stato facile vincere – esordisce il neosindaco – ha pagato il programma che pone più attenzione nei confronti dei cittadini». Il candidato cervese, Elena, era sostenuto dalla maggioranza uscente, in primis dall’ex sindaco Paolo Cortinovis. Ma non è bastato.

CONTINUA ARTICOLO »

La storia di Trafficanti nel nuovo libro di di Gherardi

Costa Serina Non commentato »

patrono Sant' ErasmoCosta Serina – Anche se siamo solo in 85 persone, non dobbiamo dimenticare la storia di questa piccola frazione». Mario Gherardi, 60 anni, parla così di Trafficanti, frazione di Costa Serina dove è nato e cresciuto e per la quale ha scritto un libro dal titolo «Oratorium sub titulo. S. Erasmi ep. et M. In Vico Trafficantium». Il testo parla della storia di Trafficanti, con documenti fedelmente trascritti risalenti agli inizi del 1700, relativi all’oratorio intitolato a Sant’ Erasmo. « In realtà – precisa Gherardi – l’oratorio esisteva già prima del diciottesimo secolo, ma non era presente nel catasto di allora essendo solamente un piccolo rudere inutilizzato».

CONTINUA ARTICOLO »

Traffico di rifiuti in casa: blitz della Forestale

Costa Serina Non commentato »

Costa Serina – Con un blitz gli uomini del Corpo Forestale dello Stato hanno stroncato un’attività illecita con al centro rifiuti speciali, anche pericolosi, che veniva svolta da diverso tempo da una famiglia di origine slava residente a Costa Serina. Le indagini, avviate tre mesi fa, sono state coordinate dal sostituto procuratore della Repubblica Carmen Pugliese, ed effettuate dai carabinieri di Zogno attraverso osservazioni, pedinamenti e controlli dei movimenti dei componenti della famiglia slava. Si è così arrivati a individuare la provenienza dei rifiuti, gestiti senza alcuna autorizzazione in materia e con conseguenze sull’ambiente. Rete di connivenze Infatti, secondo gli inquirenti, questa situazione è stata resa possibile da una vasta rete di connivenze, sia in Valle Serina sia nella media Valle Brembana, costituita da negozi di elettrodomestici, referenti di piazzole ecologiche e anche privati che volevano disfarsi di rifiuti elettrici, elettronici, di batterie e pneumatici per auto.

CONTINUA ARTICOLO »