mucche-valserinaVal Serina – Gli alpeggiatori aderenti all’Associazione manifestazioni agricole e zoo-tecniche di Valle Serina hanno rinnovato la tradizione dell’incontro prima della salita al monte per la stagione della monticazione del bestiame. Il tempo dell’alpeggio sarà soltanto verso la fine di maggio, ma si deve preparare quanto servirà nella baita alpestre, al momento in cui si prenderà il cammino verso gli alti pascoli della montagna dove si trascorreranno tre mesi quasi in isolamento. Ecco perciò l’incontro che si svolge ogni anno ai primi di maggio a Serina, nella sede sociale. Si partecipa alla Messa e si riceve il viatico del sacerdote per il lungo peregrinare estivo nei pascoli.

Poi ci si ritrova nella sede sociale dove qualcuno nel frattempo ha preparato un fraterno convivio del quale sono piatti obbligati la «cunsa», i «casunsei», le costine e gli «strinù». Il primo saluto come ogni anno è stato espresso da Franco Locatelli, presidente dell’associazione, quindi hanno preso la parola i sindaci Giovanni Fattori di Serina e Fausto Dolci di , e ancora Orfeo Damiani assessore all’Agricoltura della e Matteo Rossi, presidente della Provincia. Presenti ancora Alessandro Vistalli, sindaco di Cornalba, Angelo Cortinovis, assessore all’Agricoltura di Serina e rappresentanti dei Comuni di Oltre il Colle ed Aviatico e Costantino vicepresidente della Bcc di Sorisole e Lepreno partner di tante iniziative dell’associazione. A tutti gli alpeggiatori, prima del congedo, sono stati consegnati attrezzi agricoli.

Sergio Tiraboschi – L’Eco di