Algua – Uno smottamento verificatosi nella notte tra venerdì e sabato scorsi, a Pagliaro di , ha distrutto un tratto della rete di raccolta e smaltimento delle acque reflue di una con una decina di residenti. Ieri sono iniziati i lavori di ripristino del servizio, grazie a uno stanziamento di circa 35 mila euro della Sede territoriale di della , che ha deciso un intervento di somma urgenza affidandone la gestione al sindaco Bruno Cimarra. «L’evento è stato causato dalla pioggia e dalla grandine che hanno colpito la zona nella tarda serata di venerdì», ha precisato il sindaco Bruno Cimarra. E ha continuato: «Sabato, di prima mattina, sono stato chiamato dalla famiglia che abita al civico 43 che mi ha fatto presente dello smottamento.

Mi sono immediatamente recato sul posto e ho potuto constatare che si era verificato uno smottamento proprio sotto i box della costruzione che comunque non presenterebbero situazioni di pericolo. Il distacco ha un fronte di una vendita di metri per una decina di altezza. Lo smottamento ha trascinato con sé un tratto del collegamento fognario delle soprastanti la casa i cui scarichi ora si disperdono nel pendio con evidenti problemi igienico-sanitari e il rischio di ulteriore appesantimento e movimento della ».

Ha concluso: «Ho contattato Claudio Merati, dirigente della Ster, che ringrazio per la sua sollecitudine nei nostri confronti. Merati ha immediatamente inviato il tecnico Mauro Fenice per un sopralluogo nel corso del quale è stata constatata l’estrema urgenza di un intervento di recupero». Si parla di lavori di consolidamento del pendio franato per dare alla zona e di ripristino della rete fognaria per risolvere al più presto il problema igienico-sanitario generato dallo smottamento.

Sergio Tiraboschi – L’Eco di Bergamo