Le “Grotte del Sogno” sono un complesso carsico che fu scoperto nel 1931 dal Gruppo Grotte San con a capo lo speleologo Ermenegildo Zanchi, meglio noto come l’esploratore delle cavità brembane o il nonno degli abissi. Tali grotte, tra poco, ritorneranno ad essere visitabili grazie l’operazione di rilancio in atto nella cittadina . Ormai chiuse da trent’anni, si trovano tra le località di Aplecchio e della Vetta, poco sopra San Pellegrino Terme.

A Ermenegildo Zanchi, originario di frazione di , si deve anche l’esplorazione delle di Zogno nel 1932, divenute poi note tra le prime grotte turistiche. Ed ancora, la collaborazione alla costruzione della Funicolare San Pellegrino-Vetta, che poi diresse fino all’anno 1965. I lavori in corso sono stati affidati all’impresa Edilmacar di Dossena che dovrebbe concluderli nel giro di due mesi circa, per cui si pensa di aprirle al pubblico quest’estate 2011.

L’intervento ha un costo di 180 mila euro finanziati con i fondi europei della , metà dei quali saranno poi restituiti entro 20 anni da parte del’Amministrazione comunale. Le grotte sono situate a circa 650 metri di altitudine e sono raggiungibili tramite un in località Vetta; tra i lavori in corso si prevede anche il riassetto del percorso pedonale fino alla vecchia biglietteria, dove da qui partiranno altri due percorsi: uno rettilineo, panoramico, verso la Val Borlezza, un altro verso l’ingresso delle grotte più a valle, che proseguirà fino ad Aplecchio. L’idea è di approntare l’ingresso nella zona bassa delle grotte e far risalire i visitatori all’interno durante un percorso di circa 200 metri per uscire vicino alla biglietteria.

All’interno del complesso ancora oggi esistono le scalette, i parapetti, gli scoli d’acqua, anche se ovviamente occorrono vari interventi di ripristino. Si provvederà al ristabilimento dei con barriere e panchine sul percorso Chiuse ormai da trent’anni si lavora per aprirle al pubblico entro la primavera A riapriranno le Grotte del Sogno panoramico, quindi si andrà a realizzare il selciato ed il recupero del chiosco per la biglietteria. Nelle grotte verranno rinnovate tutte le strutture di e rifatto l’impianto di illuminazione. Un altro tassello si aggiunge all’operazione di rilancio, così come ha affermato l’assessore ai Lavori Pubblici del Franco Nicolosi, ed una volta concluso l’intervento si decideranno le modalità di gestione; l’intenzione, attualmente, è quella di aprire le grotte alle visite di gruppo guidate.

Enzo Novesi

Hotel, Alberghi e Appartamenti San Pellegrino TermeFotografie San Pellegrino Terme
EscursioniManifestazioniI Tesori del LibertyCartoline antiche