Zogno – Il futuro primo cittadino di potrebbe essere una donna e, se accadesse davvero, sarebbe una prima assoluta per il capoluogo della : è negli auspici di un comitato di cittadini che ha lanciato la candidatura di Elisabetta Musitelli con la lista civica « inComune». Ma sulla strada della candidata c’è l’attuale sindaco Giuliano Ghisalberti, che ha ufficializzato la sua ricandidatura con la lista «Lega Nord per » e rivendica i risultati positivi ottenuti in questi cinque anni. La partita per le elezioni comunali, dunque, è aperta e tutta da giocare. Maria Elisabetta Musitelli, 54 anni, medico pediatra, è una neofita della vita amministrativa, ma non è a «digiuno» di amministrazione: è infatti figlia di Guido Musitelli, apprezzato segretario comunale del passato in numerosi Comuni della valle. Vicina al sociale, ha avuto varie esperienze in Africa (Ruanda e Burkina Faso), quindi in Albania ai tempi della guerra del Kosovo ed è tuttora impegnata nelle attività ’associazione Ruah che da cinque anni sviluppa corsi di alfabetizzazione di extracomunitari anche a .

«La mia candidatura – dice Musitelli – è il momento di sintesi di un progetto nato nel maggio dello scorso anno per la costituzione di una lista civica improntata al cambiamento della guida amministrativa del paese e al rinnovamento della gestione della cosa pubblica ». «Il progetto – aggiunge – nasce dall’esperienza di cinque anni di attività amministrativa di Zogno Democratica i cui componenti e simpatizzanti hanno deciso di confluire in una lista civica di , tantissimi giovani in particolare, che superando diversità ideologiche hanno deciso di fare gruppo e di lavorare insieme per il bene futuro della comunità e – perché no? – della Valle Brembana tutta. Si sono raccolti pareri, sono state ascoltate tante voci, si è captato interesse ed ecco che è nato il progetto della lista che a maggio si presenterà al corpo elettorale». Punti basilari di «Zogno inComune» sono la socialità, il lavoro, la scuola, l’aggregazione e l’ampliamento delle opportunità di incontro tra i giovani, la valorizzazione di Zogno quale capoluogo di valle e dell’ambiente locale che ha tante potenzialità di varia natura non ancora compiutamente espresse.

«Zogno è bella e vivibile già ora – conclude Musitelli – e noi ci proponiamo di renderla ancora più bella e più vivibile sfruttando le grandi potenzialità tutt’altro che residue di cui dispone, in termini ambientali e ancor più sociali». Ghisalberti punta al bis Sul fronte opposto c’è Giuliano Ghisalberti, accolto con un vivace applauso all’incontro di presentazione ufficiale della sua candidatura a sindaco con la lista «Lega Nord per Zogno». Non sono stati ancora svelati i nomi che comporranno il gruppo che si presenterà alle prossime amministrative, in ogni caso Ghisalberti ha ribadito Il gonfalone del Zogno alle urne, la pediatra sfiderà il sindaco leghista Elisabetta Musitelli candidata della lista civica «Zogno inComune» «È tempo di rinnovare». Ma Ghisalberti: avanti con me altri 5 anni che «nel gruppo è stato dato spazio a rappresentanti non schierati politicamente, che hanno a cuore il bene di Zogno, che da tempo si prodigano con progetti e azioni concrete per il territorio».

Alla presentazione hanno partecipato il deputato Cristian Invernizzi e il segretario provinciale del Carroccio Daniele Belotti. «A oggi sono presenti due liste – aggiunge Giampaolo Pesenti, segretario della sezione zognese della Lega –: noi con il nostro simbolo chiaro e trasparente “Lega Nord per Zogno” e una lista civica di area centrosinistra». Ghisalberti ha sottolineato che l’azione amministrativa degli ultimi cinque anni è stata intensa con risultati importanti per l’occupazione, il , le associazioni del territorio, i servizi sociali e le opere pubbliche a Zogno e frazioni. «Zogno, sotto la guida Ghisalberti ha ottenuto il primo posto in per servizi erogati ai cittadini in una classifica del “Sole 24 ore” ed è stato premiato dal ministero dell’Economia come “Comune virtuoso”».

L’Eco di

Alberghi, ristoranti, pizzerie, Bed and Breakfast a Zogno
– Fotografie, immagini di Zogno e le sue contrade
– Escursioni sui sentieri di Zogno e le sue frazioni