Villa d’Almé: un Arlecchino da 18 tonnellate

-La Valle Brembana Non commentato »

ImmagineValle Brembana — Cinque metri di altezza complessiva per 18 tonnellate di peso. Bergamo e la Valle Brembana, sabato 14 febbraio, renderanno omaggio ad Arlecchino, maschera bergamasca e brembana per antonomasia. Con una statua imponente, realizzata in marmo Bianco di Carrara e Arabescato Orobico dallo scultore del Duomo di Milano Nicola Gagliardi. Costata 60 mila euro, è stata voluta e sostenuta economicamente da alcuni imprenditori locali, dalla Comunità montana Valle Brembana e dai Comuni della valle.

CONTINUA ARTICOLO »

Si posa la maxi statua di Arlecchino a Villa d’Almè

-La Valle Brembana Non commentato »

ImmagineValle Brembana – Oltre quattro metri di altezza per 18 tonnellate, tra marmo bianco di Carrara e Arabescato orobico. Con luci che daranno ancora più risalto al vestito multicolore ed esalteranno la statua in tutta la sua imponenza. La Valle Brembana rende così omaggio ad Arlecchino, maschera simbolo della Bergamasca, che la tradizione vuole proprio originaria della terra del Brembo, in particolare di San Giovanni Bianco. La statuamonumento, pensata e voluta nel2013 dagli imprenditori Marino Sonzogni di Zogno e Ferdy Quarteroni di Lenna (e dalla Comunità montana) sponsor del film «Io, Arlecchino» di Giorgio Pasotti, sarà posata lunedì alla rotonda di Villa d’Almè (intersezione con la provinciale per Dalmine).

CONTINUA ARTICOLO »

Il colore di Palma il Vecchio, un volume di Belotti a Serina

Serina Non commentato »

Palma-il-Vecchio-SerinaSerina – Un volume su Palma il Vecchio è stato presentato prima di Natale a Serina. Autori del volume «Palma il Vecchio, la diligente tenerezza del colore» sono Roberto Belotti per i testi, con Silvana Milesi coautrice per le illustrazioni. Ultimamente sono in costante aumento i momenti culturali proposti in Valle Brembana, in particolare quelli focalizzati su pubblicazioni di interesse vallare. Tra questi spiccano pubblicazioni di ricerche storiche o artistiche e in tal senso è stata di particolare valore la presentazione avvenuta a Serina in prossimità del Natale di un volume su Palma il Vecchio, il grande pittore del Rinascimento nato a Serina nel 1480. Il volume di Roberto Belotti, autore delle note biografiche, e di Silvana Milesi, che ha curato le illustrazioni delle opere, è edito dalla Corponove Editrice di Bergamo per conto dell’amministrazione comunale serinese e del Credito Bergamasco, che sta curando il restauro di alcune preziosissime opere dell’artista.

CONTINUA ARTICOLO »

Serina: con scoperte inedite su Palma il Vecchio

Serina Non commentato »

Serina – Jacopo Nigreti de Lavalle è il suo nome e la sua casa natale, secondo qualche buon indizio documentario, si trova nell’antica contrada dei Valle, collocata nella porzione settentrionale del territorio di Serina, in Val Brembana. Un nome e una località sconosciuti ai più, ma in realtà due informazioni che stanno alla base della biografia del pittore bergamasco comunemente conosciuto come Palma il Vecchio (Serina 1480 circa – Venezia 1528), uno fra i più celebrati protagonisti del Rinascimento pittorico veneziano. Frutto di un’accurata ricerca dello studioso serinese Roberto Belotti, pubblicata sulla nuova edizione dell’annuario «Quaderni Brembani» del Centro Storico Culturale Valle Brembana «Felice Riceputi» (che sarà presentato sabato, alle 15, al Museo della Valle di Zogno), questi e altri preziosissimi dati costituiscono una sorta di anticipazione di un’importante opera monografica dello stesso Roberto Belotti e di Silvana Milesi intitolata «Palma il Vecchio. La diligente tenerezza del colore» (Corponove Editrice) di imminente pubblicazione.

CONTINUA ARTICOLO »