Zogno – prosegue nell’opera di messa in sicurezza del territorio con un terzo lotto di interventi per un importo di 30 mila euro. Il piano del Comune ha disposto uno stanziamento complessivo di 80 mila euro per l’anno 2014: 50 mila euro sono stati già utilizzati nei mesi scorsi per interventi vari eseguiti con la squadra degli operai comunali e con uomini della Comunità montana di Valle . Questi operano sul territorio vallare su richiesta dei Comuni con costi più convenienti – fatte salve le competenze del personale – rispetto ai privato. Il nuovo lotto di lavori è stato di recente deliberato dal Consiglio comunale che ha trovato le risorse necessarie in una variazione del bilancio annuale. Sivuole intervenire in una valletta della frazione di , precisamente quella che scorre in fondo ai costoni sui quali sorgono da un lato le contrade di Altemarie e Ripa e dall’altro di Castegnone.

L’assessore ai Lavori pubblici Enrico Mazzoleni spiega: «Le intense e frequenti piogge dei mesi scorsi hanno causato in questa zona una pesante erosione spondale che potrebbe estendersi pure alla strada di collegamento delle contrade con il centro della frazione e con il fondovalle, isolando i residenti. Si deve intervenire per un tratto di una quarantina di metri con la pulizia dell’alveo e la costruzione di scogliere di consolidamento dei versanti. Qui opererà la squadra di operai del Comune con l’affitto di un mezzo meccanico e dell’operatore da una impresa privata. Sempre nel medesimo lotto di lavori di Poscante saranno eseguiti altri piccoli interventi di manutenzione diffusa del territorio». Altri lavori con le stesse finalità sono programmati pure nella zona sud dell’abitato . Precisa ancora l’assessore Mazzoleni: «Sono previsti interventi di pulizia degli alvei e di eventuali consolidamenti spondali delle vallette di Capanizzoli e della Val Crepa che scorrono a valle dal Monte di . «Non sono interventi di grandi dimensioni ma comunque importanti – chiosa il sindaco Giuliano Ghisalberti –. Si vogliono prevenire rischi che trascinati nel tempo possono essere gravi. La legge ci ha assegnato la competenza sul reticolo idrico minore che a è molto ricco di piccoli corsi d’acqua, per cui l’amministrazione comunale deve farsi carico della manutenzione».

Tra le opere decise dal anche l’intervento su una valletta della frazione di Poscante Si è detto di una spesa complessiva nell’anno di 80 mila euro e in questo badget sono compresi gli interventi di pulizia delle scarpate delle strade comunali che collegano il centro alle frazioni (eseguita con la squadra operai della Comunità montana di Valle Brembana) e infine la pulizia sistematica delle caditoie o tombini delle acque piovane nelle vie dell’abitato. «È una spesa annua di 20 mila euro – dice il sindaco Ghisalberti – per un’opera indispensabile. Non vorremmo trovarci, in caso di intense piogge, purtroppo sempre più frequenti, con i tombini che saltano in aria perché sotto l’acqua non trova sfogo».

Sergio Tiraboschi – L’Eco di Bergamo

Alberghi, ristoranti, pizzerie, Bed and Breakfast a Zogno
– Fotografie, immagini di Zogno e le sue contrade
– Escursioni sui sentieri di Zogno e le sue frazioni