Alta Valle Brembana – Segnale assente per i cellulari Wind in gran parte dell’alta Valle Brembana. Da venerdì, infatti, è impossibile comunicare tramite la compagnia telefonica Wind a Camerata Cornello, , , , Moio de’ Calvi e . Il segnale è però regolare per le altre compagnie telefoniche. Non è stato possibile conoscere con esattezza i motivi del disservizio. Dal centro assistenza del gestore, dopo numerose chiamate, comunicano che c’è un guasto nella rete da venerdì. Sta di fatto che da allora amministratori comunali, residenti e villeggianti attendono la riparazione e la riattivazione del segnale. «Non si conoscono i motivi del guasto, né tantomeno del ritardo nell’intervento di ripristino» spiega Giuseppe Miglio di Valnegra, al quale sabato dal call center della hanno assicurato che entro 48 ore il servizio sarà ripristinato.

guai anche per internet
Fino a ieri sera, comunque, i cellulari erano ancora muti e, intanto, i disagi continuano: le segnalazioni arrivano da residenti e soprattutto villeggianti (particolarmente numerosi nella zona in questo periodo dell’anno) che si lamentano del disservizio, che colpisce anche la connessione a internet. «Si tratta di un problema che non interessa l’intero paese, per esempio qui a Valnegra – precisa Chiara Angeloni di Valnegra – ma si manifesta in diverse zone in maniera discontinua». In valle è il periodo di maggiore affluenza turistica e i villeggianti si lamentano, ma la mancanza di rete è un disagio elevato anche per chi ha l’esigenza di comunicare abitualmente per lavoro pur trovandosi lontano dal luogo di residenza: «In questi giorni ho dovuto cambiare momentaneamente la compagnia telefonica perché devo essere reperibile per lavoro e con la Wind era impossibile comunicare – spiega Italo Riceputi di Lenna –. Inoltre il mio numero Wind è collegato al salvavita di mia mamma, e i problemi che ne derivano non sono di poco conto».

spiazzati anche i negozianti
Le lamentele si fanno sentire anche dai titolari dei negozi abilitati alla ricarica delle card telefoniche. «Il black out telefonico si è verificato in un momento in cui la zona ospita un alto numero di turisti, per cui sono tantissimi i cellulari che restano forzatamente muti – spiega il titolare di un negozio di Lenna –. Non si può accettare una situazione del genere, perché si crea disagio a scapito dell’immagine turistica della valle».

Eleonora Arizzi – L’Eco di Bergamo