Santa Brigida – Più di sessanta bambini scorrazzanti con biciclette e tricicli, tutti giallo vestiti, come piccoli campioni di un Tour de France. Ma niente competizione. Perché le magliette sono quelle della «mini pedalata» di , organizzata dal Johnny . E ai bambini non è che la vittoria finale importi molto; è ben più divertente sfrecciare con le mani al vento, staccate dal manubrio; o saltare abilmente sui gradini e curvare attorno ai genitori, sfiorandoli.

Lunedì scorso circa 65 baby ciclisti hanno sfilato e corso per le vie del paese. I più grandi hanno gareggiato lungo un percorso di 600 metri, mentre i piccolissimi hanno «scalato» un breve tratto di strada di una cinquantina di metri. Il traguardo, o meglio, il ritrovo è stato fissato ai piedi della chiesa. E la volata vera le baby maglie gialle l’hanno fatta salendo i gradini che portano al campo parrocchiale. Già, perché sapevano che in cima ci sarebbe stato un «Nutella party» per tutti. Aggregazione e sport, dunque, ma anche valorizzazione del paese nel contesto del rilancio turistico.

Tra i partecipanti e i genitori, infatti, erano presenti parecchi villeggianti. L’evento viene promosso da più di dieci anni. «Il boom si è verificato l’anno scorso. Da 30 iscritti dell’anno precedente siamo passati a 60 – spiega Paolo Regazzoni, segretario del Fans Club – quest’anno c’è stata la conferma con qualche iscritto in più». «Lo scopo principale – ha detto il presidente Domenico Baschenis – è quello di far divertire i bambini. E se si divertono praticando uno sport, come quello del ciclismo, che richiede dedizione ma anche serietà e accortezza, tanto meglio». Soddisfatti i tanti genitori, che hanno constatato, oltre ad un miglioramento nell’organizzazione rispetto alle passate edizioni, il buon livello di sicurezza con cui si è svolta la pedalata. Il traffico è stato fermato e i partecipanti sono stati accompagnati da dodici membri dello staff e tre corridori professionisti (il campione di Mtb Johnny Cattaneo, suo fratello Roberto e il campione lettone Raivis Belohvošiks). E contenti, ovviamente, i bambini che sono stati tutti premiati dai tre ciclisti. Premi diversi per i primi tre classificati di ogni categoria. Ed un regalo speciale, un triciclo, al più piccolo, un bimbo di appena un anno e mezzo.

Alberto Marzocchi – L’Eco di Bergamo

Alberghi, pizzerie, ristoranti, appartamenti a Santa Brigida
Fotografie immagini di Santa BrigidaEscursioni sui sentieri di Santa Brigida