Si chiama Spazio Volontalibro ed è la prima libreria di Zogno. Ma ciò che la rende caratteristica e unica in è la gestione fatta da soli volontari, giovani e adulti accomunati da una passione, quella della lettura. Si tratta di un aggregativo con vendita di libri e oggettistica varia realizzata da gruppi di volontariato. La nascita del centro scaturisce dalla collaborazione fra la parrocchia, il vicariato, la libreria Buona Stampa e un gruppo di volontari che credono nella possibilità di ampliare l’offerta culturale non solo per il paese, ma per l’intera valle. Si trova in piazza Garibaldi, nel del paese, nei locali lasciati liberi da uno studio d’arte.

Nella libreria non solo si può leggere e comprare libri, ma trovano spazio anche i lavori artistici, le mostre fotografiche e la presentazione di nuove pubblicazioni. La sala è affi data a noi giovani del paese -sottolineano i fratelli Luca e Ilaria Castiglioni, che insieme ad altri amici collaborano all’iniziativa-: è per noi un vero piacere. Un’esperienza nuova per tutti noi adolescenti, formativa sia dal punto di vista culturale, sia professionale. La libreria ci è utile per acquistare libri: non dobbiamo più spostarci nelle librerie della città. Ma offre anche l’occasione per discutere con gli amici dei volumi letti, dare consigli ai clienti e coltivare le nostre passioni”.

Prima di “Spazio Volontalibro” non esisteva infatti una vera e propria libreria sul territorio e l’apertura di questo locale di proprietà della parrocchia, è stato un bel passo avanti nel panorama culturale. Sugli scaffali si possono trovare libri di vario genere, dalla narrativa alla saggistica, dai libri per bambini e ragazzi ai manuali pratici. Un settore è riservato all’editoria di carattere religioso, mentre un angolo particolare è allestito dai gruppi di volontariato locali che propongono vendite a scopo benefi co. Maggiori informazioni si possono ricevere chiamando il 3409518420.

Mensile InterValli