Bando Borse di Studio per Tesi di Laurea sulla Valle Brembana

-La Valle Brembana Non commentato »

Valle Brembana – Il Centro Storico Culturale Valle Brembana, con il patrocinio e la collaborazione della Comunità Montana Valle Brembana, indice un concorso per BORSE DI STUDIO ALLA MEMORIA DI FELICE RICEPUTI. Le Borse di Studio, intitolate alla memoria del prof. Felice Riceputi, storico della Valle Brembana, e già presidente del Centro Storico Culturale, sono destinate a laureandi o laureati, autori di tesi di laurea o prove finali aventi per oggetto la Valle Brembana.

CONTINUA ARTICOLO »

Zogno, otto pomeriggi di shopping tra spettacoli ed animazione

Zogno Non commentato »

We love shoppingZogno – We Love Shopping» è la nuova iniziativa dedicata alla promozione del commercio, ai bambini, alle famiglie e alla loro voglia di fare acquisti nella cittadina zognese. Nel centro commerciale «en plein air» ogni sabato pomeriggio, dal 6 giugno al 25 luglio, a partire dalle ore 16 alle ore 19, gli esercizi di vicinato del centro storico di Zogno saranno coinvolti in spettacoli di animazione ed intrattenimento. Ad alternarsi saranno trampolieri, animatori in sella a monocicli, prestigiatori, mangiafuoco, giocolieri e cantastorie, che allieteranno i bambini e gli adulti alle prese con lo shopping per le vie del capoluogo brembano. L’iniziativa, che preannuncia un’estate di intrattenimento ed animazione, è promossa dall’Assessorato al Commercio del Comune di Zogno, nell’ambito del progetto «Vallinfamiglia» del Distretto del Commercio «La porta della Valle Brembana», con il patrocinio dell’Associazione esercenti Punto Amico.

CONTINUA ARTICOLO »

A Zogno tutto lo sport scende in piazza

Zogno Non commentato »

sportZogno – In programma per il prossimo 23 maggio a Zogno la serata «Sport in Piazza», la nuova iniziativa organizzata dal Comune di Zogno che vede protagoniste per una notte le società e i gruppi sportivi cittadini del territorio. Oltre venti le discipline e le attività sportive che coinvolgeranno appassionati e curiosi durante questa vera e propria «Notte Bianca dello Sport», per una festa che si preannuncia ricca di partecipazione, agonismo e condivisione. Ma non solo, l’evento sarà anche una grande occasione di promozione e di visibilità per tutte le discipline sportive, con i tanti atleti che animeranno il centro storico per un’intera serata fatta di esibizioni, dimostrazioni, spettacoli ed intrattenimento. A tutti i partecipanti all’evento, gratuito ed aperto a tutti, sarà offerta la possibilità di diventare protagonisti della serata e cimentarsi con i propri sport preferiti e testare nuove discipline sportive, anche quelle meno conosciute. Dalle 17 alle 24, Zogno si trasformerà in una vera e propria palestra «a cielo aperto», nel quale si potrà giocare a calcetto, provare una gimcana in bicicletta e partecipare a tornei di pallavolo o rugby.

CONTINUA ARTICOLO »

Il libro dedicato alla Valle Brembana nella Grande Guerra

-La Valle Brembana Non commentato »

La-fine-del-sognoValle Brembana – Il libro “LA FINE DEL SOGNO. LA VALLE BREMBANA NELLA GRANDE GUERRA”, realizzato dal Centro Storico Culturale Valle Brembana nel Centenario della prima guerra mondiale, verrà presentato sabato 23 maggio nel Teatro dell’Oratorio di San Giovanni Bianco. La scelta di intitolarlo “LA FINE DEL SOGNO” e di mantenere l’impostazione grafica e lo stile de “IL SOGNO BREMBANO” ha inteso sottolineare la continuità con questa fortunata opera edita dal Centro Storico nel 2006, che aveva scandagliato la Valle Brembana negli anni felici della belle époque. Si tratta di continuità temporale, non certo situazionale, dal momento che a partire dal 1914 anche la Valle fu avvolta dalla spirale oscura da cui saprà liberarsi solo alcuni decenni più tardi. Realizzato grazie alla collaborazione di una quarantina di soci del Centro e sostenuto da buona parte dei Comuni brembani, oltre che dalla Comunità Montana, dal Consorzio BIM e da alcuni Gruppi Alpini, il libro raccoglie in quasi 700 pagine una serie di saggi sui vari aspetti della partecipazione della Valle alla guerra e un cospicuo numero di documenti, lettere e immagini in buona parte inedite.

CONTINUA ARTICOLO »