Il Centro culturale Valle Brembana nella Villa funicolare

San Pellegrino Terme Non commentato »

San Pellegrino Terme – L’inaugurazione sarà oggi, alle 17: la nuova sede del Centro storico culturale della Valle Brembana è stata ricavata nella «Villa funicolare» di San Pellegrino, edificio liberty del 1909, restaurato dal Comune e concesso in uso gratuito al sodalizio culturale. Per l’occasione, nelle tre sale mostre della villa, si aprirà una collettiva di pittura dei soci del Centro storico, visitabile fino al 14 ottobre. La nuova sede è operativa da inizio settembre e per il momento viene aperta al pubblico una volta alla settimana (il giovedì dalle 16,30 alle 18,30), grazie alla disponibilità di un gruppo di volontari.

CONTINUA ARTICOLO »

Val Taleggio: le baite, un patrimonio da salvare

Taleggio 4 Commenti »

Valle Taleggio – Il patrimonio da salvare si riferisce alle circa 2000 case di pietra con i caratteristici tetti in piöde che da sempre sono la caratterizzazione storica delle Valli Taleggio, Brembilla ed Imagna. Dall’Ecomuseo della Valle Taleggio è stato realizzato un progetto che si compone in tre ricerche, finanziato dalla Regione Lombardia Cultura, dalla Fondazione Comunità Bergamasche, dalle Comunità Montane, dal Bim e dalla Banca Popolare di Bergamo e patrocinato dalla Provincia di Bergamo, presentato il giorno di Pasqua 2012 presso il centro Culturale di Vedeseta, a favore del loro recupero e della loro valorizzazione onde evitarne la perdita. Una prima ricerca è stata affidata al Centro Studi Valle Imagna tramite la realizzazione di un Atlante virtuale dell’edilizia rurale tradizionale, ove figurano circa duemila tra baite e stalle censite e schedate nelle tre valli in oggetto, complete di tipicità e caratteristiche.

CONTINUA ARTICOLO »

Nel secolo del bollettino si rilegge la Val Brembana

Piazza Brembana Non commentato »

Piazza Brembana – Cent’anni di storia dell’alta Valle Brembana raccontati nelle pagine del bollettino parrocchiale. Nato nel mese di gennaio del 1912, il notiziario compie quest’anno il suo centenario e raggiunge più di 2.000 abbonati, dei quali 1.500 in alta Valle e i restanti in Italia e pure all’estero. E per festeggiare quest’importante tappa le parrocchie del vicariato, in collaborazione col Centro storico vallare «Felice Riceputi», hanno organizzato una serie di manifestazioni.

Il primo appuntamento sarà stasera, alle 21, nell’atrio della casa parrocchiale di Piazza Brembana, con l’inaugurazione della mostra (che è itinerante e sarà esposta in vari paesi durante l’estate) che, attraverso la presentazione di alcune delle più significative pagine, presenta il cammino del bollettino. Seguirà un convegno e un buffet.

CONTINUA ARTICOLO »

In Val Brembana le radici del federalismo

Valleve Non commentato »

Natale Arioli ricostruisce la storia famigliare di Carlo Cattaneo, dalla pastorizia al trasferimento nel milanese. E’ titolo inedito e significativo quello che si aggiunge oggi alla bibliografia storica della Valle Brembana. Si tratta del volume di Natale Arioli «Le radici di Carlo Cattaneo. Storia di una Famiglia da Valleve alla Bassa Milanese» (la presentazione alle 15,30 nella Sala parrocchiale di Valleve). L’opera, riscontro di un’accurata indagine archivistica, ricostruisce la genealogia dal Medioevo a fine Settecento della famiglia Cattaneo, il cui illustre discendente Carlo sarà fra le più autorevoli figure del Risorgimento. I Cattaneo, di cui la ricerca accerta le origini brembane appunto nella piccola comunità di Valleve, per generazioni partecipano alla tipica economia pastorale di quelle montagne, caratterizzata dalla transumanza stagionale nella pianura milanese e pavese; là si stabilirà poi la famiglia, dedicandosi alla più remunerativa affittanza di cascine e vaste coltivazioni.

CONTINUA ARTICOLO »