Ostello di CassiglioInaugurato l’alloggio-ristorante comunale. Il grazie a Ruffinoni. È stato l’ex sindaco Livio Ruffinoni, per 27 anni alla guida dell’Amministrazione comunale di Cassiglio, a tagliare il nastro all’inaugurazione dell’Ostello di Cassiglio. Un gesto di riconoscenza che l’attuale primo cittadino, Fabio Bordogna, ha voluto riservare per l’inaugurazione dell’ostello che è «uno dei frutti nati dall’impegno e dalla passione con cui Livio ha sempre amministrato». «In questi primi mesi di apertura – ha continuato il sindaco – l’Ostello di Cassiglio ha avuto un buon numero di clienti, soprattutto quest’estate».

L’edificio, in località Fusine e di proprietà comunale, dispone al piano seminterrato di reception, taverna, centrale termica, depositi, pertinenze e un’area verde esterna vicino alla Valle Stabina. Al piano rialzato, invece, si trovano cucina e dispensa, la sala ristorante con 40 posti, il soggiorno, servizi e ingresso principale. La zona notte si trova al primo e al secondo piano e può ospitare una ventina di persone. «La creazione dell’Ostello – ha spiegato Ruffinoni – vuole essere una delle opere di riqualificazione del borgo Fusine».

Alla benedizione impartita dal parroco don Pierantonio Spini, è seguito il rinfresco offerto dai gestori Paolo Passera e Paola Rossetti. Presenti tra gli altri il presidente della Comunità montana Piero Busi, gli assessori comunitari Francesco Risi e Patrizio Musitelli, il sindaco di Cusio Ezio Remuzzi, di Ornica Sergio Milesi e di Piazzolo Ernestina Molinari, il vicesindaco di Moio Davide Calvi e il presidente del Cai alta Valle Brembana Gianni Molinari.

Eleonora Arizzi – L’Eco di Bergamo

OSTELLO DI CASSIGLIO

Hotel, Alberghi e Appartamenti CassiglioFotografie Cassiglio
EscursioniManifestazioniCartoline antiche