L’orso avvistato in Val Taleggio, dove ha anche sbranato un agnello, è lo stesso che lo scorso anno si aggirava nelle : si chiama «M7» ed è un maschio di 4 anni. Questo giovane esemplare discende dagli orsi provenienti dalla Slovenia e introdotti in Trentino tra il 1999 e il 2002. È nipote di un altro orso passato nella : «JJ5», che soggiornò sulle tra il 2008 e il 2009 e che è morto l’estate scorsa in Trentino a causa dell’anestesia somministrata per mettergli il radiocollare. Il 2012 è stato un anno importante per l’orso bruno in Lombardia, dove si sono registrate ben cinque presenze: presenze di passaggio, che nel lungo periodo potrebbero portare una popolazione stabile. Incontro con gli esperti Il punto della situazione lo faranno gli esperti, sabato alle 20,30 all’ecomuseo di . Alla serata, aperta a tutti, interverranno Elena Tironi di Regione Lombardia che relazionerà su «L’orso in Lombardia: il progetto Life Arctos»; Carlo Frapporti di Wwf Italia su «L’orso sulle : consistenza, biologia, conflitti » e Chiara Crotti, faunista del bergamasche che interverrà su «Il passaggio dell’orso in Bergamasca».

La serata si inserisce nell’ambito del progetto europeo Life Arctos per la tutela dell’orso bruno delle Alpi e degli Appennini. Un sistema di mappatura, «Georso», permette di verificare rapidamente i segni della presenza dell’orso, tramite operatori specializzati che vengono allertati dalla sala operativa di Curno del Corpo forestale: per segnalare la presenza dell’animale i cittadini devono contattare il numero telefonico 1515.

L’Eco di

Forum di discussione sull’Orso delle Orobie