percassi-scaviSan Pellegrino Terme – Il ha presentato al Comune di San la richiesta di inizio attività per la costruzione del nuovo centro termale. In pratica, nelle prossime settimane, dovrebbero essere realizzati gli scavi nell’area che ospiterà i grandi blocchi realizzati dall’architetto francese Dominique Perrault, vincitore del concorso internazionale indetto dal proprio per scegliere il disegno delle nuove terme. E il progetto definitivo con le ultime modifiche, stando all’amministrazione comunale, dovrebbe essere ormai in dirittura d’arrivo.

«Già da alcuni mesi – spiega il vicesindaco Vittorio – l’area che ospitava gli ex stabilimenti della è stata bonificata. Attendevamo un certificato di avvenuta bonifica dell’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente (Arpa). Il documento è arrivato in Provincia e ora manca solo l’ok di via . Dopodiché il gruppo Percassi potrà iniziare gli scavi; attendiamo da loro la data esatta di avvio dei lavori». «Il progetto delle nuove terme, seppure alle fasi conclusive, non è ancora pronto – continua il vicesindaco – quindi si cerca di accelerare i tempi iniziando ora gli scavi, in modo da essere già pronti con l’area quando si inizierà concretamente a costruire».

«La domanda è stata presentata circa due settimane fa – spiega Gianluca Spinelli, del gruppo Percassi – quindi dovremmo iniziare i lavori entro fine mese o al massimo a inizio dicembre, ovvero alla scadenza dei trenta di giorni di silenzio-assenso dopo la nostra denuncia di inizio attività». Tra gli interventi che verranno realizzati in una fase successiva, quindi ci dovrebbe essere anche la costruzione di un muraglione sotterraneo che dovrà proteggere le terme dalle infiltrazioni del , distante poche decine di metri.

Quindi, sempre tra i primi interventi da realizzare, ci sarà lo spostamento delle linee di media tensione dell’Enel, poste in via Taramelli «ma qui i tempi potrebbero essere medio-lunghi», continua il vicesindaco.

L’Eco di

Hotel, Alberghi Appartamenti S.PellegrinoFotografie San Pellegrino