– Arriva da , quest’anno, il re dei boscaioli della Brembana. Bortolo Omacini, 43 anni, metalmeccanico alla «», si è infatti aggiudicato il titolo finale del circuito del boscaiolo organizzato dalla ditta «Jonsered». Cinque le tappe: , , Brumano, Santa Brigida e la conclusione a Dossena. Scopo della manifestazione è quella di riproporre l’evoluzione degli attrezzi utilizzati nel tempo per la cura e il taglio dei boschi partendo dall’accetta per arrivare alle più moderne motoseghe e di riproporre una tradizione che ha visto la tecnica e capacità lavorativa dei boscaioli della Valle Brembana farsi apprezzare nel mondo. Omacini ha aperto il tour vincendo a Ornica, quindi ottenendo i punti che gli hanno poi consentito di conquistare il trofeo finale. Dietro di lui un boscaiolo di professione, Sandro Valcher, 23 anni, di Santa Brigida.


E proprio nella prova di casa Valcher ha sbaragliato la concorrenza, nella prova della scure e nella gara di velocità con la motosega. Dossena, comunque, si porta a casa il primo posto nella gara a coppie con il segaccio, con Costante e Bortolo sul gradino più alto del podio e la gara fra i comuni. Altra prova particolarmente affollata quella di Mezzoldo: nel taglio con precisione ha vinto Omacini di Dossena, nella gara del peso vittoria di Silvano Pesenti di , nello «scaezzu» o segone, oro alle coppie Costante Bonzi e Bortolo per gli uomini e ad Alfreda e Dolores Bianzina, tutti dossenesi. Infine il taglio dei tronchi con l’accetta, vinta ancora da Omacini. A Dossena l’ultima prova del circuito, con protagonista Valcher. Trofeo finale a Bortolo Omacini di Dossena con 40 punti, seguito nell’ordine da Sandro Valcher con 30 punti e da Manuel Quarteroni e Francesco Gamba di Dossena.

L’Eco di