Domenica, alle 6,30, si apre la stagione di nelle acque pregiate, quelle popolate principalmente e naturalmente da salmonidi che il calendario di classifica di tipo «B». Gli oltre 20 mila bergamaschi potranno calare le lenze nel fiume , fino alle sorgenti, nel fiume Serio, nell’Oglio superlacuale, nel torrente Borlezza, nei torrenti Supine, Guerna, Bragazzo, Sonna e relativi affluenti, negli immissari del lago d’Iseo e del lago d’Endine e nei laghi situati sotto i 1.500 metri di quota. La stagione di pesca nelle acque pregiate si protrarrà fino alle 18 di domenica 3 ottobre e successivamente potrà continuare solo nelle zone di pesca invernale: il lago di , il torrente Serina in Comune di Bracca e il torrente Imagna nei Comuni di Capizzone e Strozza.

Il calendario di pesca 2010, approvato dalla Giunta provinciale, è pubblicato sul sito della Provincia, nelle pagine del settore Caccia pesca e sport e sarà disponibile ai pescatori in versione pocket da oggi. Lo strumento normativo conferma la medesima disciplina degli anni precedenti: trota fario e ibridi con marmorata (22 centimetri), trota marmorata (40 centimetri), trota iridea (18 centimetri), salmerino centimetri 22, temolo centimetri 35: queste le misure minime legali per la cattura. I limiti giornalieri di cattura rimangono invariati: sei capi complessivi di salmonidi (a eccezione del coregone) con il limite tassativo però di una sola trota marmorata e un solo temolo.

Le uniche variazioni introdotte derivano dal recepimento del regolamento regionale 4 dell’8 febbraio 2010, che ha infatti tolto il limite di cattura giornaliero dei sei esemplari di coregone e lo ha trasformato nel limite giornaliero di 5 chili di questo pesce. Il regolamento regionale ha altresì introdotto disposizioni procedurali per il rilascio della licenza di pesca anche agli stranieri e istituito la figura dell’accompagnatore del pescatore titolare di licenza di tipo «A» o di tipo «B», precisando che lo stesso può assistere il titolare durante la pesca ma non gli è consentito l’esercizio della pesca in maniera autonoma. Ogni pescatore può avvalersi di un solo accompagnatore previa annotazione, da parte della Provincia, del nominativo medesimo sulla licenza di pesca. Il Servizio Caccia e pesca della conferma anche quest’anno una semina pre-apertura di trote iridea adulte nei campi fissi di gara e nelle zone di pesca facilitate.

La semina del materiale ittico è avvenuta mercoledì 24 febbraio e giovedì 25 febbraio. «Nell’occasione di questa nuova stagione ittica – dice l’assessore provinciale a Caccia, pesca e sport Alessandro Cottini – invio a nome personale, e del presidente Ettore Pirovano, un sentito “in bocca al lupo” a tutti i nostri pescatori e i migliori auguri di serenità a tutti». Sul fronte meteo le indicano, dopo un sabato discreto e un inizio di weekend favorevole, un peggioramento a ridosso della domenica con precipitazioni sparse. Più toccata la ma anche lungo i fiumi e sui laghi ci si dovrà confrontare con una nuova perturbazione.

L’Eco di