Orobie MeteoMeteo Orobie  – Dopo settimane di latitanza le perturbazioni atlantiche inizieranno a far visita al comparto Orobico, con precipitazioni non abbondanti, ma almeno da ridare un “sapore” più invernale alle nostre a<lpi e . Una intensa zona depressionaria da alcuni giorni stà provocando maltempo tra la Penisola Scandinava ed il Regno Unito, con venti molto sostenuti e piogge torrenziali. La Norvegia che in questi giorni dovrebbe già aver avuto la sua “dose” nevosa, si ritrova con pioggia battente e temperature sopra la media stagionale.

Il fronte atlantico riporterà precipitazioni da debole a moderate solo nella giornata di Lunedi’ 12 Dicembre, la molto attesa dai nostri operatori cadrà tra i 1200/1300 metri, non abbondante. Purtroppo già dalla serata si affacceranno le prime schiarite, in un contesto termico ancora mite per la stagione in corso. Nella giornata di Mercoledì 14 Dicembre una nuova debole perturbazione atlantica determinerà precipitazioni deboli o molto deboli su Orobie, limite interno a 1200/1300 metri. Dalla serata cessano i fenomeni, schiarite sempre più ampie durante la notte. Temperature senza variazioni, massime comprese tra 8/10°C, minime tra 6/7°C, in calo verso 1600 metri durante le fasi precipitative, nelle pause asciutte oltre 1700 metri.

La stagione invernale rimane ancora molto “latitante”. Il freddo e le precipitazioni a quote basse rimangono al momento confinati oltre i confini italici. Avremo ancora un passaggio atlantico con deboli precipitazioni nella giornata di Venerdì 16 Dicembre, con quota neve tra 1200/1400 metri, ma niente freddo. Rimane ancora possibilità molto remota, che a ridosso del Santo Natale vi sia una discesa di aria di estrazione artico/ marittima verso il comparto Orobico, ma forse questo piccolo “progetto” invernale rimarrà solo nel “cassetto”.

Porro Fabio, collaboratore Orobie Meteo