grand-hotelSan Pellegrino Terme – Dopo 17 mesi di lavori tolte le impalcature. Ma l’edificio resta inutilizzabile. Per il recupero complessivo servono 40 milioni di euro. San Terme – Dopo 17 mesi di lavori la facciata del di San Pellegrino è tornata pulita, come alle origini. Settimana scorsa, infatti, sono state tolte le impalcature che dal marzo 2008 hanno accompagnato l’immagine dello storico albergo , costruito a inizio Novecento e chiuso dal 1979. Un lavoro di pulizia e restauro certosino che, almeno da un punto di vista estetico, hanno consentito di recuperare uno degli edifici simboli della cittadina termale. Intervento, peraltro, non concluso completamente: «Manca ancora la pulizia nella parte bassa dell’albergo – spiega Vittorio , vicesindaco di San Pellegrino e presidente della società “ San Pellegrino” proprietaria dell’edificio -. Inoltre resta da ricostruire la copertura posta a lato dell’ingresso. Il tutto dovrebbe concludersi entro ottobre».

In oltre un anno di lavori l’impresa di Sondrio, oltre a ripulire tre facciate dell’albergo (la principale più le due laterali) ha consolidato parte della struttura, in particolare la copertura e la soletta dell’ultimo piano. Due milioni e 965 mila euro i fondi utilizzati per l’intervento, arrivati da Regione (un milione e mezzo), legge (500 mila euro), dalla società del Grand Hotel e dal gruppo Percassi (spese di progettazione). Bello da vedere ma poco funzionale: il Grand Hotel, nonostante il recupero delle tre facciate, resta inutilizzabile.

grand-hotel

Entro settembre – prosegue Milesi – dovrebbe essere pronto il progetto definitivo per un ulteriore intervento che prevede il recupero o la sostituzione dei serramenti, il consolidamento strutturale, compresa la cupola, e la sistemazione del piano terra. Pronto il progetto bisognerà però reperire i fondi, per ora non disponibili». E proprio il recupero complessivo del Grand Hotel, al momento, sembra l’intervento più difficile di tutta l’operazione Percassi. «Servono qualcosa come 40 milioni di euro – conclude Milesi – e, lo stesso privato, come previsto dall’accordo di programma, si è detto disposto a intervenire solo con l’aiuto consistente da parte degli enti pubblici».

L’Eco di Bergamo

Restauro Grand Hotel di San Pellegrino Terme (16-10-2009)