La neve scalda il Consiglio a Piazzatorre

Piazzatorre Non commentato »

Piazzatorre – Pochi soldi a disposizione e, così, gli animi si accendono sulla questione degli impianti sciistici. È successo lunedì a Piazzatorre, durante il Consiglio comunale in cui è stato approvato il bilancio di previsione per il triennio 2014-2016. La seduta, per buona parte tranquilla – c’è stato il sì unanime per l’alienazione di un terreno a favore del campeggio del paese – è salita di tono progressivamente fino alle scintille finali, ad assemblea praticamente sciolta, quando il vicesindaco Michele Arioli e l’ex primo cittadino Mario Arioli hanno lasciato l’aula in polemica con la minoranza. «Ma il Consiglio era già concluso – ha precisato il numero due dell’amministrazione –, non ci stiamo alle provocazioni dell’opposizione».

CONTINUA ARTICOLO »

Piazzatorre alle urne, sarà ancora fotofinish?

Piazzatorre Non commentato »

Piazzatorre – Le ultime furono elezioni thrilling: otto voti di scarto per decretare la lista vincente. Quelle del 2004, se possibile, lo furono ancora di più: primo turno finito con lo stesso numero di preferenze e un ballottaggio da cardiopalmo. Le tornate elettorali, a Piazzatorre, si giocano sempre sul filo di una lama. Come nel 2009, anche quest’anno la sfida sarà fra due gruppi. Da una parte quello della maggioranza uscente, col sindaco Michele Arioli che fa un passo indietro – per impegni lavorativi – e lascia spazio a Valeriano Bianchi, artigiano edile di 53 anni già assessore fra la metà degli anni Ottanta e la metà dei Novanta. Dall’altra troviamo la lista guidata da Luca Arioli, proprietario dell’albergo Piazzatorre e amministratore fra il 2004 e il 2009 (vicesindaco per un anno e mezzo e poi consigliere). Qui la riserva è stata sciolta da pochissimi giorni, anche se Arioli non aveva mai escluso il proprio nome.

CONTINUA ARTICOLO »

Piazzatorre, impianti al sicuro fino al 2016

Piazzatorre Non commentato »

piazzatorre-vagaPiazzatorre – Il futuro di Piazzatorre e, per chi ne è convinto, del suo turismo invernale poggiano, finalmente, su basi solide. Le basi si chiamano Imprese turistiche barziesi (Itb), società che da anni gestisce con successo gli impianti sciistici di Valtorta-Piani di Bobbio. E la solidità, almeno per ora, durerà fino all’aprile del 2016. Dunque, per altre due stagioni. Tutto ciò viene stabilito dalla convenzione,approvata nell’ultimo Consiglio comunale, che regola la concessione delle seggiovie. A questo punto manca solo la firma con Itb. Firma che, comunque, è data per scontata da entrambi gli attori dell’accordo. Massimo Fossati, amministratore delegato della società lecchese, si dice soddisfatto: «Piazzatorre ha sempre sofferto a ogni inizio di inverno l’incertezza sull’apertura degli impianti.

CONTINUA ARTICOLO »

Seggiovie a Piazzatorre, c’è l’accordo con Valtorta

Piazzatorre Non commentato »

Piazzatorre – Trovato l’accordo. Non appena le seggiovie di Torcola Vaga saranno in condizioni di funzionare, la gestione del comprensorio sciistico sarà presa in mano dalle «Imprese turistiche Barziesi» (Itb), la società dei Piani di Bobbio-Valtorta. Che già ipotizza un’apertura prima della fine dell’anno, tra il 20 e il 30 dicembre. I lavori per il ripristino degli impianti di risalita, a carico del Comune di Piazzatorre, sono già iniziati, col supporto dei tecnici della Itb: si devono smontare i seggiolini, revisionarli, in particolare controllando la sicurezza del meccanismo di chiusura, occorre controllare le funi e verificare gli impianti elettrici. «Ci vorranno una quindicina di giorni per concludere gli interventi di manutenzione e controllo tecnico – spiega il sindaco di Valtorta Piero Busi, portavoce di Itb –. Una volta che le due seggiovie avranno tutto in regola per funzionare, da un punto vista tecnico e delle autorizzazioni, sarà trovato l’accordo anche per la gestione» (in una lettera precedente tra Itb e Comune di Piazzatore la società dei Piani di Bobbio ipotizzava una gestione della durata di almeno tre anni). Insomma, il più sembra essere fatto.Non resta che attendere i tempi tecnici per controlli e interventi di manutenzione.

CONTINUA ARTICOLO »