Crisi e Lavoro: Val Brembilla ne discute e presenta la Fondazione Scaglia

Brembilla Non commentato »

Val Brembilla – Ho un’idea imprenditoriale e vorrei svilupparla. Perché non provarci? Lascia perdere, di questi tempi. Buona parte delle speranze di chi sta per entrare nel mondo del lavoro, o perlomeno ci spera, o che intende avviare un’attività in proprio vengono costantemente frustrate da sentenze demoralizzanti, in grado di abbattere anche il più ottimista dei giovani aspiranti lavoratori. Quante volte si è sentito dire “di questi tempi”, un incubo, un vicolo cieco che invita a lasciar perdere, ad arrendersi, senza approfondire la questione, senza avere spiegazioni. Per chi, invece, vuole saperne di più appuntamento martedì 29 Settembre alle 20.30, nella sala riunioni dell’associazione V.A.B in piazza Volontariato­ a Val Brembilla, dove è in programma un incontro­-confronto sul tema del lavoro in un periodo di crisi come quello attuale.

CONTINUA ARTICOLO »

Qui Val Brembilla, scelta azzeccata e più fondi statali

Brembilla Non commentato »

Val Brembilla – È vero, in tempi di crisi, con le casse comunali che piangono miseria, un assegno statale da 250mila euro (all’anno per dieci anni) è più di una boccata d’ossigeno. È una vera ancora di salvezza. Eppure «non c’è solo l’aspetto economico a rendere le fusioni tra comuni vantaggiose. C’è anche una componente educativa: abbiamo imparato a conoscerci meglio e ad affrontare i problemi insieme». A dirlo è Damiano Zambelli, sindaco di Val Brembilla, comune nato un anno fa (il 4 febbraio 2014) dalla fusione tra Brembilla e Gerosa. «Personalmente, in nove mesi di amministrazione ho imparato ad apprezzare di più i miei cittadini e il territorio, specialmente quello di Gerosa. Ora siamo un paese solo ed è vero, come si dice, che l’unione fa la forza». Le preoccupazioni della gente Fin dall’inizio del processo di fusione le preoccupazioni – e, perché no, i timori – di cittadini e amministratori sono rivolte al problema della rappresentanza politica dei comuni. Da una parte la riflessione fatta dai due più piccoli (oltre a Gerosa, poco meno di 400 abitanti, c’era anche Blello, coi suoi 80 residenti) suona così: «Verremo schiacciati dalla centralità di Brembilla, non riusciremo a eleggere nessuno in municipio e finiremo per ricoprire un ruolo marginale».

CONTINUA ARTICOLO »

Val Brembilla e Sant’Omobono, lo Stato premia le fusioni: 250 mila euro per 10 anni

Brembilla Non commentato »

cartina_brembillaVal Brembilla – Un contributo straordinario per 10 anni, niente Patto di stabilità fino al 2019, minor riduzione del fondo di solidarietà comunale, deroga sulle restrizioni imposte agli enti locali riguardanti personale e assunzioni. Sono le agevolazioni previste dallo Stato per i Comuni che hanno portato a termine il percorso della fusione. In provincia di Bergamo nel 2014 sono nati Val Brembilla (da Brembilla e Gerosa) e Sant’Omobono Terme (unito con Valsecca). Rispetto alle altre 240 amministrazioni bergamasche, alle prese con difficoltà economiche e tagli, le due realtà orobiche possono tirare una boccata d’ossigeno. Val Brembilla riceverà 252 mila euro, come l’anno scorso, e Sant’Omobono 200 mila euro.

CONTINUA ARTICOLO »

Val Brembilla: Un secolo di asilo, libro finanzierà la ristrutturazione

Brembilla Non commentato »

Val Brembilla – È stato presentato nella sala cinematografica di Val Brembilla il libro «Un secolo d’asilo a Brembilla» che racconta la storia della scuola dell’infanzia del comune della valle. L’opera, i cui autori sono lo storico Alessandro Pellegrini e la figlia Giada, è edita da Lubrina Editore di Bergamo, che si è offerta di impaginare il libro, mentre la Fondazione Camillo Scaglia Onlus ha offerto la stampa delle mille copie che sono state prodotte. Il ricavato della vendita del libro andrà a costituire un fondo per la ristrutturazione dell’edificio in cui è ospitata la scuola dell’infanzia, in previsione di integrarla con il nido attualmente operante a Cadelfoglia.

CONTINUA ARTICOLO »