Cassiglio – Prima lo stop alle tende, poi ai campeggiatori, quindi il divieto di sosta sul lato sinistro della strada e, da venerdì scorso, anche su quello destro. «È assurdo che si mettano continuamente paletti per contrastare l’arrivo della gente – sostiene un comitato composto prevalentemente da turisti –. Così non si fa altro che danneggiare il turismo.

E per quale motivo? Il Comune dice che vuole garantire la pubblica e poi, la cosa più assurda, sostiene che vuole risparmiare sul lavoro dell’operatore ecologico e sullo smaltimento dei rifiuti».

Dopo aver raccolto 130 firme ed essersi rivolto alla Regione Lombardia (Ster) il comitato contrario all’istituzione dei divieti di sosta al lago di non desiste dalla battaglia contro la decisione del Comune. Pomo della discordia il divieto di parcheggio voluto dal Comune sul lato destro della strada comunale che risale la , area verde demaniale che ospitava una settantina di auto. Restano però altri parcheggi, sull’area ghiaiosa nei pressi del lago, e in alcune piccole piazzole sempre lungo la strada. In un avviso alla popolazione il sindaco Fabio ricorda come il provvedimento sia stato preso per «migliorare ulteriormente la fruibilità dell’area, tutelare la pubblica sicurezza, l’incolumità delle , l’igiene e per ridurre i costi di smaltimento dei rifiuti».

Ieri le aree pic nic del lago erano abbastanza affollate, complice il bel tempo e il caldo in pianura. Il parcheggio principale in ghiaia (quindi senza segnaletica) nei pressi del lago non era esaurito mentre, in poche ore, si sono riempiti i piccoli parcheggi lungo la strada comunale che risale la valle. E, nonostante il divieto, molti hanno ugualmente parcheggiato sull’area demaniale, forse non ancora al corrente dell’ordinanza, oppure, anche se a conoscenza, per comodità e per lasciare l’auto al fresco sotto gli alberi.

E le voci di chi è contrario ai divieti del sindaco ci sono, anche tra chi ha la casa di residenza o di villeggiatura proprio accanto alla strada. «Forse i parcheggi era lasciarli – dice Rosanna Malvestiti di Busto Arsizio (Varese) –. Eliminandoli, infatti, sarà più facile che la gente abbandoni i rifiuti sul posto, anziché portarseli a casa». «Grossi problemi di ordine pubblico o di maleducazione non ci sono mai stati – dice un altro residente che preferisce restare anonimo –. Con questo divieto, invece, si creerà caos perché quando il parcheggio del lago sarà pieno non ci saranno più posti auto». «Il problema sarà soprattutto la domenica – aggiunge Giuseppe Cortinovis di Levate – quando la gente è tanta: era sufficiente lasciare libera la strada, le auto in parte non davano alcun fastidio». «Questo è uno dei posti più belli della valle – dice Giuseppe Di Natale di – ed è un peccato che si ostacoli in questo modo i turisti. Da quando veniamo non ci sono mai stati problemi e se i rifiuti sono lasciati a terra sono comunque vicino ai cestini già pieni».

«Vengo qui al lago da 30 anni – aggiunge Policarpo Selvaggi di Alzano – ed è assurdo che si faccia di tutto per mandare via la gente. Siamo disposti anche a contribuire economicamente alla raccolta rifiuti, ma lasciateci la comodità di trovare posto». E tra i promotori del comitato c’è il consigliere comunale di maggioranza Delfino Ruffinoni, l’unico contrario in Consiglio comunale: «Qui si vuole far venire meno turisti – dice – perché smaltire i rifiuti costa. E ora che i parcheggi sono meno gli automobilisti litigheranno». Ma ieri, al lago, c’era anche qualche voce favorevole ai divieti. «I parcheggi rimasti sono sufficienti», dice Alessandro Cecconello di Legnano, mentre per Driss Jezm, marocchino di Sorisole «così c’è più ordine». E per Tiziana Capelli di «ci sarà meno affollamento, la strada sarà più libera e i rifiuti in giro di meno».

D’altronde è quanto sostiene anche il sindaco Bordogna: «Per noi il turismo non sono le ammucchiate di gente come succedeva prima – dice –. Così il lago può diventare più vivibile per chi ci abita e più accogliente per la gente, in un posto pulito e tranquillo».

Giovanni Ghisalberti – L’Eco di Bergamo

Hotel, Alberghi e Appartamenti CassiglioFotografie Cassiglio
EscursioniManifestazioniCartoline antiche